Scuola Hero Paradiso: "Tecnologie applicate per la scuola del domani"

hero paradiso

 

Domani 6 aprile la Scuola Hero Paradiso, in occasione della “Settimana della Scuola Digitale” PNSD, si apre al territorio organizzando l’evento “TECNOLOGIE APPLICATE PER LA SCUOLA DEL DOMANI”: “Nuovi modi di fare scuola” attraverso la promozione di metodologie educativo-didattiche innovative con l’ausilio delle nuove tecnologie.
In questi ultimi mesi, un’interessante esperienza didattica, condotta dall’azienda informatica Silvercoal di Gravina in Puglia, sta coinvolgendo ed entusiasmando bambini cinquenni della nostra Scuola dell’Infanzia, mostrando come l’uso di tecnologie innovative possa favorire l’apprendimento e l’inclusione di tutti, soprattutto dei bambini autistici, ADHD, o con disturbi specifici dell’apprendimento.
Sabato mattina dalle 10 alle 12, la nostra Scuola dell’Infanzia presenterà alla cittadinanza un “nuovo modo di fare scuola” permettendo la sperimentazione dei dispositivi che i nostri piccolini stanno utilizzando.
Verranno allestiti una serie di stand, ognuno dei quali sarà adibito alla presentazione e all’utilizzo di una determinata tecnologia finalizzata all’apprendimento.
Le applicazioni e le tecnologie presentate saranno le seguenti:
• Hillon, una windows universal platform per riconoscere ed utilizzare strumenti musicali digitali attraverso l’utilizzo di un microcontrollore e un reader NFC;
• Hanami, un serious game per sperimentare gli effetti di acqua e luce sulla crescita di una piantina virtuale attraverso l’utilizzo di un microcontrollore e di un sensore ad esso associato in grado di individuare la presenza di umidità e luminosità;
• Il fischio della terra, un serious game il cui scopo è quello di mostrare come opere territoriali, rappresentate da modelli 3D virtuali, possano essere conosciute dai bambini interagendo con esse attraverso un Leap Motion;
• Ogma, un serious game il cui scopo è quello di dare la possibilità di dipingere in modo digitale modelli 3D virtuali attraverso l’uso di una tavoletta grafica;
• Unpleasant white, un gioco il cui scopo è quello di mostrare come l’utilizzo di determinati input fisiologici possano alterare le meccaniche di gioco. Tale applicazione prevede l’utilizzo di un sensore in grado di determinare la frequenza cardiaca del videogiocatore al fine di modificare il livello di difficoltà dell’applicazione stessa: maggiore è il livello della frequenza cardiaca, maggiore è il livello di difficoltà del gioco. L’obiettivo è quello di restare il più calmo possibile per poter completare l’esperienza di gioco;
• Nabu, un gioco basato sul coding, in cui un bambino, utilizzando un Leap Motion, condizionerà l’azione ed il percorso di un altro bambino, posizionato all’interno di una griglia disegnata sul pavimento, che deve raggiungere una determinata cella evitando una serie di ostacoli presenti nel tragitto;
• Giochi basati sulla realtà virtuale, su argomenti scientifici, con lo scopo di approfondire la conoscenza degli oggetti virtuali presentati, interagendo con gli stessi;
• Una visual novel che racconta la storia di un bambino autistico, visionata e ascoltata attraverso l’utilizzo di un dispositivo touch screen e delle cuffie.
Ogni stand avrà la presenza di un collaboratore, il quale presenterà nel dettaglio la tecnologia e darà la possibilità ad ogni persona presente all’evento di poterla sperimentare.


SCUOLA-DIGITALE-6-APRILE-2019