Domenica 17 Ottobre 2021
   
Text Size

"Green pass", cosa cambia dal 1° settembre

green pass

Il Green Pass diventa sempre più centrale nella vita degli italiani: da oggi, 1° settembre, dovrà essere esibito per utilizzare un maggior numero di servizi e svolgere più attività.

Dopo le misure entrate in vigore il 6 agosto scorso, si va verso una nuova stretta che ha come obiettivo il settore dei trasporti e quello scolastico.

La certificazione sarà richiesta anche:

- al personale scolastico e universitario, e agli studenti universitari
- a chi prenderà uno dei seguenti mezzi di trasporto:
aeromobili adibiti a servizi commerciali di trasporto di persone; navi e traghetti adibiti a servizi di trasporto interregionale, fatta eccezione di quelli per i collegamenti marittimi nello Stretto di Messina; treni impiegati nei servizi di trasporto ferroviario passeggeri di tipo Inter City, Inter City Notte e Alta Velocità; autobus adibiti a servizi di trasporto di persone, ad offerta indifferenziata, effettuati su strada in modo continuativo o periodico su un percorso che collega più di due regioni ed aventi itinerari, orari, frequenze e prezzi prestabiliti; autobus adibiti a servizi di noleggio con conducente, ad esclusione di quelli impiegati nei servizi aggiuntivi di trasporto pubblico locale e regionale.

Da sottolineare che l'utilizzo di altri mezzi di trasporto non compresi nell'elenco sopra riportato può avvenire senza green pass, sempre rispettando le norme anticontagio (distanziamento, mascherina, etc.).

In più, la certificazione sarà necessaria per gli allievi delle "istituzioni di alta formazione musicale e coreutica, nonché per le attività delle altre istituzioni di alta formazione collegate all'università".

Non cambia la disciplina del Green Pass né le condizioni richieste per ottenerlo, vale a dire aver fatto almeno una dose di vaccino, essere risultati negativi a un tampone molecolare o rapido nelle 48 ore precedenti oppure essere guariti dalla malattia nei 6 mesi precedenti.

La certificazione verrà richiesta in zona bianca, ma anche in quella gialla, arancione e rossa dove i servizi e le attività sono consentiti. Da tenere a mente le categorie di soggetti esenti dall'obbligo del green pass che comprendono:

bambini sotto i 12 anni
soggetti esenti dalla vaccinazione per motivi di salute - condizione che deve essere attestata da apposita certificazione medica
soggetti che hanno ricevuto una o due dosi di vaccino ReiThera nell'ambito della sperimentazione Covitar. Una certificazione, valida sino al 30 settembre, sarà rilasciata dal medico responsabile del centro di sperimentazione.

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI