Domenica 11 Aprile 2021
   
Text Size

Ai "domiciliari" ma spacciava droga e finisce in carcere

sequestro

 A poche ore dal sequestro ingente di oppio e tabacchi lavorati esteri operato a Santeramo in Colle, continua, sul fronte del contrasto alla diffusione di sostanze stupefacenti, l’attività repressiva dei militari della locale stazione Carabinieri che ha portato all’arresto di S.A., 43enne del luogo, già sottoposto agli arresti domiciliari per reati in materia di stupefacenti.

L’uomo, era autorizzato a uscire dalla sua abitazione per alcune ore della giornata per soddisfare i bisogni della vita quotidiana, ma ai Carabinieri non sono sfuggiti i suoi movimenti sospetti. Infatti, l’uomo continuava nelle sue attività illecite, tant’è che durante un controllo mirato alla sua autovettura, i militari hanno trovato, occultati all’interno di un borsello, 1 grammo di cocaina e circa 6 grammi di hashish. Inevitabile la perquisizione estesa presso l’abitazione che ha consentito di rinvenire ulteriori 5 dosi di cocaina e circa 130 grammi di hashish suddivisi in otto dosi, la somma di 1.800,00 euro, ritenuta provento dell’attività di spaccio e materiale utile per confezionare lo stupefacente, tra cui pellicola e fogli di alluminio per uso domestico.

Per la misura cautelare a cui era sottoposto e per i precedenti specifici, l’uomo non ha potuto evitare l’arresto e la traduzione al carcere di Bari, in attesa delle decisioni che saranno assunte dall’Autorità Giudiziaria.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI