Lunedì 17 Giugno 2019
   
Text Size

D’Ambrosio: Centro Polivalente per anziani, sarà ancora una chiusura?

20727945 10213830717672575_9193362180116053061_n

 

“Dopo la chiusura del Centro socio educativo per diversabili gravi si chiuderà anche il centro polivalente per anziani?”. Con questa domanda inizia la sua nota l’ex sindaco Michele D’Ambrosio ora consigliere di minoranza.
Il consigliere D’Ambrosio ha presentato una urgente interpellanza al Sindaco Fabrizio Baldassarre in cui sottolinea questo problema che sta a cuore a diverse persone del centro polivalente.
“Per diversi anni il Centro ha rappresentato un importante luogo di socializzazione e svago per tantissimi concittadini adulti seguiti con molto scrupolo e professionalità da educatori specializzati” – scrive D’Ambrosio.
“E è per questo che nel prossimo consiglio comunale che si terrà il 27 marzo si chiederà quali atti sono stati posti in essere a qualsiasi tiolo successivamente alla delibera G.C. 120 del 10.08.2018 inerenti la indicata procedura di gara ad evidenza pubblica sia per la gestione del casa di riposo - residenza protetta “Simone – Calabrese” sita in via Pietro Sette che per il Centro Polivalente anziani in corso Italia”.
L’ex primo cittadino vuole sapere anche quali sono i finanziamenti che sosterranno la gestione del servizio e a quali servizi l’Amministrazione comunale di Santeramo intende dare priorità nella strategia finanziaria delle annualità 2019 e future dei Piani Sociali di Zona e se tra questi rientra il Centro Polivalente per Anziani (anche considerando il principio della Continuità dei Servizi sempre adottato dai Comuni del territorio murgiano).
“E come mai dal mese di febbraio è stato interrotto il servizio di navetta che trasporta gli utenti dalla propria abitazione al centro polivalente?”, continua D’ambrosio nella sua interpellanza.
A fine marzo scade la proroga del servizio. Pertanto un altro quesito riguarda la prosecuzione a partire dal primo aprile, finché non ci sarà la gara ad evidenza pubblica per individuare il nuovo soggetto a cui affidare la gestione dello stesso.
Un altro tema collegato riguarda la continuità lavorativa di chi attualmente opera, nel timore che “potrebbero perdere la clausola sociale di protezione del mantenimento del posto di lavoro” in caso di licenziamento se dovesse avvenire una sospensione di questo servizio. MGL

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI