Martedì 20 Novembre 2018
   
Text Size

Democratici è Sereno, tutti i vantaggi del PUG

Foto-Pug1-660x330

Piena soddisfazione, da parte dell'associazione Democratici è Sereno per l'approvazione del PUG, seppure avvenuta con due anni di ritardo dall'adozione del Consiglio Comunale il 10 giugno 2016. Un provvedimento, il cui incarico ai progettisti risale al 2009, che attende, ora il controllo di compatibilità, con le norme di legge, da parte della Giunta Regionale (entro massimo entro 150 giorni, ai sensi dell’art. 11 comma 7 l. r. n. 20).

"Il PUG - affermano i DèS - dopo le osservazioni (previste dalla legge) da parte dei cittadini, era già pronto per la definitiva approvazione già da marzo 2017. Peccato che la nuova Amministrazione comunale in carica lo abbia approvato solamente ora. La città ha perso un anno di tempo! Ma tant’è, impegniamoci ora tutti quanti per andare avanti ed accelerare i tempi."

Un'accelerazione che per i DèS risulta necessaria se si vuole, nell'immediato, sfruttare tutti i vantaggi che il piano urbanistico generale apporta al nostro Comune. 

Benefici che l'associazione riassume in un breve elenco, giunto in redazione, tramite comunicato: 

- La città costruita ante 1950 ( sostanzialmente quella racchiusa nel cerchio Corso Tripoli/ Corso Italia , “ Chiesa Nuova” e via Cassano) potrà essere ristrutturata e valorizzata con procedure chiare, corrette e veloci, previa redazione del Piano di Recupero, dei Materiali e del Colore , previsto dalla legge e dal Pug, stoppando le demolizioni e ricostruzioni indiscriminate ed irrazionali, che stanno ancora attualmente cancellando le caratteristiche architettoniche e l’identità della città.Chiediamo, a tal proposito, all’Amministrazione comunale (nelle more dell’approvazione del Pug da parte della Regione) di avviare subito la procedura per la redazione,discussione con i cittadini ed approvazione del Piano di Recupero; 

-I proprietari dei suoli non rientranti nei Comparti (piccole lottizzazioni e suoli esistenti nella periferia della città ove, comunque, sia consentito costruire) potranno realizzare le abitazioni con regole più chiare e certe, nel rispetto sia del territorio che delle prerogative ed esigenze del proprietario stesso;

 

-I proprietari dei Comparti, che avranno convenienza a costruire (sulla base del mercato o altro), voglia di fare e tempo da dedicare alla valorizzazione dei terreni, potranno procedere alla lottizzazione dei suoli;
- I proprietari dei Comparti che non avranno convenienza a lottizzare e costruire potranno chiedere di “ spegnere “, cioè rendere inattivi, i Comparti stessi e, pertanto, non pagheranno più la prevista IMU e TASI. Negli anni successivi, in presenza di eventuale sopravvenuta convenienza a costruire, questi proprietari potranno comunque riattivare il Comparto; 
-In base alla precitata legge regionale n. 20/ 2001 e alla impostazione flessibile data al nuovo strumento urbanistico della città, il Consiglio comunale potrà correggere velocemente, senza alcun controllo regionale, eventuali inadeguatezze del Pug che potranno essere riscontrate nel corso della sua attuazione e rilevate sia dalla stessa Amministrazione comunale che segnalate dai cittadini. Trattasi, questa ultima, di una innovazione di snellimento molto positiva e decisiva, introdotta nelle procedure urbanistiche, che non mancherà di apportare benefici alla città.
"La nostra Associazione - concludono - nell’ambito dei suoi scopi sociali di promozione socio-culturale e del territorio, dopo aver già stimolato, in varie occasioni durante questi mesi con manifesti ed altri strumenti, sia il mondo politico ed associativo che la stessa Amministrazione comunale sui temi dell’urbanistica e della difesa e valorizzazione del territorio della nostra città, continuerà, nelle prossime settimane e mesi, a vigilare e a dare il proprio attivo contributo affinchè il Pug venga reso operativo quanto prima.
Invitiamo amici e cittadini, animati come noi dalla volontà di difendere, promuovere e valorizzare la nostra città, ad unirsi a noi e darci una mano."

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI