Lunedì 16 Luglio 2018
   
Text Size

Maturità 2018: Prima prova,De Gasperi e Moro per storia, solitudine arte

maturita-2018

 

La campanella è suonata questa mattina alle 8.30 con la prima prova d’esame di maturità, per oltre 500,000 studenti.

Tanti gli studenti santermani impegnati in questa grande prova, un momento tanto atteso.

Prima prova scritta. Si è partiti dalle persecuzioni razziali ne “Il giardino dei Finzi Contini” capolavoro di Giorgio Bassani, a 80 anni dall’emanazione delle leggi razziali. E’ il caso del principio dell’uguaglianza nella Costituzione italiana, di cui ricorrono i 70 anni, ma anche della Cooperazione internazionale per il tema storico, con un focus sugli statisti Alcide De Gasperi e Aldo Moro, a 40 anni dal rapimento e dall’uccisione dell’esponente della Dc.

E ancora il saggio breve nell’ambito artistico-letterario. La solitudine nell’arte e nella letteratura, utilizzando come stimolo alla riflessione i quadri di Edward Hopper, Giovanni Fattori e Edvard Munch, i testi di Francesco Petrarca e Luigi Pirandello, le poesie di Salvatore QuasimodoAlda Merini, Emily Dickinson.

I temi sono stati selezionati all’inizio dell’anno dal precedente titolare del Miur, la ministra Valeria Fedeli. 

I commenti degli studenti: “Le tracce sono risultate interessanti. Hanno suggerito spunti di riflessione con temi per nulla banali, semplici, si è potuto spaziare, le varie citazioni hanno aiutato. Domani seconda prova scritta".

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI