Mercoledì 23 Maggio 2018
   
Text Size

Anche il Sindaco Baldassare a Molfetta per il Santo Padre

30743003 565586597174202_6667314671028614732_n

Anche il sindaco di Santeramo Fabrizio Baldassarre era presente a Molfetta invitato dal Primo Cattadino ha partecipato in veste ufficiale alla Messa celebrata da Papa Francesco.

Lo si legge in un post su facebook. "Grande emozione per la presenza di un Pontefice straordinario e per la memoria di una persona speciale come don Tonino, tanti i pensieri che don Tonino ci ha lasciato in eredità" - continua il sindaco.

"Ricordo in particolare il passo di una sua intervista del febbraio 1987 sul ruolo e il significato dell’impegno in politica. Come vede la presenza dei cristiani nel sociale e nel politico?

Anzitutto, non solo sono convinto di quanto afferma la Gaudium et spes, che parla della politica come di “un’arte nobile e difficile”, ma condivido in pieno l’espressione di Paolo VI, il quale afferma che “la politica è una maniera esigente di vivere l’impegno cristiano al servizio degli altri. Penso, pertanto, che il credente, oggi più che mai, debba accettare il rischio della carità politica, sottoposta per sua natura alla lacerazione delle scelte difficili, alla fatica delle decisioni non da tutti comprese, al disturbo delle contraddizioni e delle conflittualità sistematiche, al margine sempre più largo dell’errore costantemente in agguato.


Il cristiano, in pratica, imbocca la Gerusalemme-Gerico; non disdegna di sporcarsi le mani; non passa oltre per paura di contaminarsi; non si prende i fatti suoi; non si rifugia nei suoi affari privati; non tira diritto per raggiungere il focolare domestico, o l’amore rassicurante della sposa, o la mistica solennità della sinagoga. Fa come fece il buon Samaritano, per il quale san Luca usa due verbi splendidi: “Ne ebbe compassione” e “gli si fece vicino”.


È un mestiere difficile, non c’è dubbio. Non solo perché richiede la coscienza dell’autonomia della politica da ogni ipoteca confessionale e il riconoscimento della sua laicità. Ma anche perché deve evitare la tentazione, sempre in agguato, dell’integralismo: diversamente si ridurrebbe il messaggio cristiano a una ideologia sociale” - conclude Baldassarre.

Commenti  

 
#5 DESPOTA E RANCOROSO 2018-05-10 14:25
sig. Mario, mi spiega il senso del suo commento contro il sig. max? non riesco a capirne il nesso
 
 
#4 Mario Bitetti 2018-05-02 06:59
Caro Max mi pare che nell'anonimato ( e nel qualunquismo, aggiungo io) ci sguazzi lei. Per quanto concerne Michele D'Ambrosio, egli continua con coerenza, determinazione e costanza, dall'opposizione, la sua battaglia, specialmente nell'interesse dei soggetti più fragili, economicamente e spiritualmente.
P.S. Lei non mi pare quel Max che prima illustrava le sue critiche da questo sito, perchè quel Max mi sembrava dichiaratamente di sinistra.
 
 
#3 max 2018-04-26 10:19
Quindi ha davvero denunciato quei disoccupati?!
Era davvero l'unica strada percorribile Sig. Sindaco? Crede di poter stroncare ogni voce dissonante dalla sua narrazione con minacce di denunce e querele? si accorgerà presto dei suoi errori e tornerà nel suo anonimato come il precedente Sindaco.
 
 
#2 Davide Bellisario 2018-04-21 08:28
Il sindaco 5Stelle Baldassarre, in perenne ricerca di palcoscenico, cita le parole di don Tonino Bello, le condivide e le fa proprie. DOMANDA: Lei sindaco, elevando denuncia penale nei confronti di alcuni disoccupati in cerca di lavoro che si sono incatenati in Municipio in maniera pacifica, crede di dare seguito e corpo alle parole di don Tonino? A me pare proprio di no. Nessun sindaco a Santeramo, cristiano o protestante, ateo o laico, ha mai denunciato disoccupati in cerca di lavoro!
 
 
#1 Renzulli 2018-04-20 22:12
Ma falla finita, hai stufato pagliaccio
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI