Lunedì 24 Settembre 2018
   
Text Size

Tanti santermani a Molfetta per il Santo Padre

30739823 2128239587218854_4553532410347651072_o

Molfetta - Anche Santeramo è a Molfetta per l’arrivo del Santo Padre.

Oggi 20 aprile il Papa celebrerà la Santa Messa con circa 60 vescovi, sul palco anche un albero di ulivo.

Diversi Pullman di fedeli santermani e famiglie già dalle prime ore di questa mattina sono partiti per Molfetta.

Marcelo Di Gesu fotoreporter per passione, immortalerà con i suoi scatti attimi che lasceranno il segno e che resteranno nella storia.

Già nelle prime ore tantissima gente assiepata per le strade e sul lungo mare in attesa del Santo Padre. Un audio che racconta la vita di don Tonino Bello che accoglie i tanti fedeli.

Questa per Francesco è la seconda tappa sulle orme di don Tonino Bello. Il Santo Padre andrà prima ad Alessano, dove nacque il compianto sacerdote, e poi a Molfetta dove fu vescovo per oltre 10 anni.

Il Santo Padre indosserà anche il pastorale di don Tonino, "dove è incisa una croce con le ali” - ha ricordato Domenico Cornacchia, vescovo della Diocesi di Molfetta-Ruvo-Giovinazzo-Terlizzi – "a testimonianza che per quanto pesanti, le sofferenze della croce possono essere alleviate dalle ali di Dio". "E' la gioia di un territorio, di una regione laboriosa e di fede. La nostra terra di Puglia credo faccia scuola a molte altre regioni: è una emozione collettiva e noi ci auguriamo sia l'inizio di un rinnovamento del territorio, delle coscienze, dei credenti e non" - conclude mons. Cornacchia.

E' stato montato un maxi schermo e su una struttura metallica ai lati del palco una gigantografia del Papa, che volge lo sguardo alla città e le spalle al mare. Per l'evento di Molfetta sono attese almeno 47.000 persone.

Aggiornamento

L'arrivo del Papa nel cimitero di Alessano, si è raccolto in preghiera sulla tomba di don Bello, semplice e spoglia, rimanendovi in raccoglimento per alcuni minuti. Il Papa vi ha deposto un mazzo di fiori bianchi e gialli. Poi è salito su una piccola 'papamobile' elettrica per recarsi nel piazzale antistante dove ha incontrato i fedeli: oltre ventimila le persone presenti, che lo hanno accolto calorosamente, con applausi e ovazioni, "Viva il Papa".

Giunto a Mofetta, il Papa nel suo discorso ai fedeli ad Alessano, Bergoglio ha sottolineato che "se la guerra genera povertà, anche la povertà genera guerra. La pace, si costruisce a cominciare dalle case, dalle strade, dalle botteghe, là dove artigianalmente si plasma la comunione", 

Di don Tonino Bello, papa Francesco ha evidenziato "il desiderio di una Chiesa per il mondo: non mondana, ma per il mondo", non in attesa di ricevere, ma di prestare pronto soccorso.

"Cari fratelli e sorelle, in ogni epoca il Signore mette sul cammino della Chiesa dei testimoni che incarnano il buon annuncio di Pasqua, profeti di speranza per l'avvenire di tutti - ha concluso il suo discorso papa Francesco - Dalla vostra terra Dio ne ha fatto sorgere uno, come dono e profezia per i nostri tempi. E Dio desidera che il suo dono sia accolto, che la sua profezia sia attuata. Non accontentiamoci di annotare bei ricordi, non lasciamoci imbrigliare da nostalgie passate e neanche da chiacchiere oziose del presente o da paure per il futuro - ha aggiunto - Imitiamo don Tonino, lasciamoci trasportare dal suo giovane ardore cristiano, sentiamo il suo invito pressante a vivere il Vangelo senza sconti". "È un invito forte rivolto a ciascuno di noi e a noi come Chiesa. Ci aiuterà a spandere oggi la fragrante gioia del Vangelo", ha concluso il Papa.

 

 

30738757 2127713713938108_4279332889193086976_nfoto: Marcelo Di Gesu

31073077 2127858637256949_7756288303204139008_n

31092048 2127858640590282_6234656887166468096_n

30713927 2128239617218851_3091406894317699072_o


30715391 2128239770552169_4199940221158031360_o

31081558 2128239833885496_2244953197728759808_o

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI