Sabato 21 Aprile 2018
   
Text Size

Due giorni con la carovana della prevenzione ad Altamura

30516748 1474222489367907_4784901289265856512_o

  30443346 1474196316037191_806840749361463296_o30443537 1474196262703863_6656737647060320256_o 30515916 1474222479367908_6660061410581544960_o

La Carovana della Prevenzione è ad Altamura già da ieri 9 aprile, per una due giorni di prevenzione del tumore al seno.

Le tre unità mobili della Susan G. Komen Italia, mammografica, ginecologica e di terapie integrate, sono posizionate in piazza Duomo.

Donne in prima linea, Altamura, Santeramo, Gravina, donne del nostro territorio, coadiuvate dall'associazione "Una stanza per un sorriso” Onulus ideato da Rosanna Galantucci presidente dell’associazione e ambasciatrice del sociale, ogni giorno combattono contro questo mostro che minaccia le donne. Volontari e volontarie stanno stazionando per offrire un servizio adeguato.

“Perseveriamo in questa “mission” con i nostri volontari! - afferma Rosanna Galantucci - “La mia attenzione è rivolta a chi ha bisogno di noi, donne in rosa prima di tutto è un grande onore aver ricevuto l’invito della Komen Bari nella persona della presidente Linda Catucci e delle sue valide collaboratrici. Per collaborare con loro e realizzare questo sogno è bastato uno sguardo ed un accenno per avviare questo progetto. Ci vuole maggior dialogo, e tanta prevenzione” - conclude il presidente della “Stanza per un sorriso” Rosanna Galantucci.

Le prenotazioni sono state 150 prese telefonicamente dalla volontaria Marilisa Moramarco, di donne non solo altamurane ma anche di Santeramo, Gravina ed altri paesi limitrofi in situazione di disagio socio - economico stanno effettuando screening gratuiti. Le visite sono eseguite dalle ore 9.00 alle ore 16.00.

La poetessa Amelia Sgobba, Desirè Romano, Sara Palasciano, Angela Debernardis, Enza Tancredi , Hila Fiorella, Antonella Abruzzese, solo alcuni nomi di donne volontarie che lavorano costantemente per il nostro territorio.

Le tre unità mobili stanno percorrendo tutta l’Italia facendo tappa nei luoghi dove la prevenzione attiva arriva con più difficoltà e quindi quartieri periferici, aree terremotate o colpite da calamità naturali, case circondariali, conventi religiosi, centri anziani e centri di accoglienza ai migranti.

La Carovana della Prevenzione è un progetto nato ad ottobre, da una idea della Susan G. Komen Italia e della fondazione policlinico universitario Gemelli di Roma. L’obiettivo è di effettuare 25mila prestazioni mediche – su tutto il territorio nazionale – in un anno.

 

30571447 1474196236037199_5334104512661553152_o 30581724 1474196226037200_920666990547304448_o

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI