Lunedì 24 Settembre 2018
   
Text Size

Mons. Ricchiuti a Santeramo per le cresime e il “Telo della Passione”

30572139 2114492548593558_3762112324450648064_o

  30441413 2114492565260223_3445177165736312832_o

L'Arcivescovo mons.Giovanni Ricchiuti in Chiesa Madre nella II Domenica di Pasqua o della Divina Misericordia, ieri 8 aprile ha benedetto il "Telo del Calvario" dopo il recente restauro, prima della celebrazione delle cresime.

La Chiesa era gremita dai tanti fedeli incantati da cotanta bellezza e dalle parole dell'arcivesco Ricchiuti.

Dopo aver apprezzato il "Telo" l'arcivescovo lo ha benedetto.
La scelta della prima domenica dopo Pasqua ha un suo profondo senso teologico: indica lo stretto legame tra il mistero pasquale della Redenzione e la festa della Misericordia - "il mondo ha bisogno di carità e di perdono" - cosi inizia la liturgia l'arcivesco mons. Ricchiuti - "i discepoli hanno ricevuto la gravissima responsabilità di essere il canale della Misericordia di Dio. Se non lo facciamo noi che abbiamo conosciuto il Signore risorto, l’uomo resterà senza Misericordia. Incatenato al fardello dei suoi errori" - conclude Ricchiuti.

(Si ringrazia il fotografo per passione Marcelo Di Gesu per la grande collaborazione).

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI