Domenica 24 Giugno 2018
   
Text Size

Pasqua, 1,2 mld spesi per la tavola

Pranzo-pasqua-696x435

Gli italiani hanno speso complessivamente oltre 1,2 miliardi di euro per imbandire le tavole della Pasqua con il netto prevalere del pranzo casalingo con parenti e amici, anche se non è mancato chi ha scelto il ristorante o l’agriturismo. 

E’ quanto emerge dall’analisi Coldiretti-Ixè “La Pasqua 2018 degli italiani” dal quale si evidenzia che invece per Pasquetta il 20% degli italiani non rinuncerà alla tradizionale gita fuori porta in parchi e aree protette con il tradizionale pic nic nel verde, spinti dalla previsioni di bel tempo.

Uova e carne d'agnello
Tra gli alimenti più consumati dalle famiglie italiane durante la Settimana Santa ci sono le uova e l'agnello. Per le prime l'analisi ha stimato un consumo totale di 400 milioni di unità utilizzate per la preparazione di dolci e pietanze fatte in casa. Ma l'alimento più rappresentativo nei menu della tradizione pasquale resta la carne d'agnello che - continua la Coldiretti - nelle diverse forme è presente nei menu di 4 tavole su 10 nelle case, nei ristoranti e negli agriturismi (45%).

Dal Trentino con le polpettine pasquali con macinato di agnello, alle Marche dove sono di rigore le costolette fritte di agnello, fino alla Puglia dove immancabile è il Cutturiddu, agnello cotto nel brodo con le erbe tipiche delle Murge. Tra i piatti più gettonati - conclude la Coldiretti – ci sono anche gli gnocchi filanti in Piemonte, la minestra di brodo di gallina e uovo sodo e le pappardelle al ragù di coniglio in Toscana ma anche la corallina, salame tipico accompagnata dalla pizza al formaggio mangiata a colazione in tutto il Lazio. E ancora i passatelli in Romagna, l'insalata buona Pasqua con fagiolini, uova sode e pomodori in Molise, mentre in Veneto onnipresenti su tutte le tavole della festa pasquale sono le tipiche ovi e sparasi, uova sode, decorate con erbe di campo come gli asparagini selvatici.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI