Sabato 21 Aprile 2018
   
Text Size

Forza Italia critica l’amministrazione: negati i contributi

18447295 10211369159402413_624937626610127959_n

La nostra Redazione aveva anticipato l'assenza di misure a sostegno delle famiglie più bisognose. Oggi, sullo stesso argomento, interviene Forza Italia.

"L’amministrazione Cinque Stelle - afferma Domenico Digregorio, segretario cittadino - che aveva promesso il reddito di Cittadinanza, nega a Cittadini Santermani più bisognosi anche il contributo ordinario di €.80,00 mensili, somme che si potevano e possono reperire con variazioni di bilancio, come fatto per altre situazioni. Questo è il regalo sotto l’albero di Natale dell’Amministrazione Cinquestelle alle famiglie più bisognose di Santeramo."

Situazione di cui il circolo cittadino di Forza Italia era stata già testimone durante la due giorni di "Raccolta Alimentare, promossa da questa e svoltasi il 16 e 17 dicembre.

"Abbiamo aspettato - si legge nel comunicato - l'ufficialità da parte dell'Amministrazione Comunale prima di darne notizia, sperando nella sua non veridicità e nel versamento di tutti i contributi non ancora versati. Purtroppo l’ufficialità si è abbattuta come una mannaia sulle famiglie più bisognose di Santeramo."

Una situazione ufficiale e confusa che pare stia privilegiando solo quesi soggetti che in modo non proprio tranquillo recriminano i contributi.

"La cosa grave - sostiene, al proposito, Digregorio - è che circola, per il paese, la voce che l’Amministrazione stia elargendo cospicue somme di contributi straordinari, sottratti alla contribuzione ordinaria, senza precisi criteri, fuori dai casi previsti normativamente. Forza Italia chiede quindi che sia fatta chiarezza e trasparenza, principio tanto caro ai Cinque Stelle, ma poco usato, sui criteri adottati, nel rispetto di tutte le famiglie bisognose, che hanno il diritto, come tutti, di trascorrere serenamente le prossime festività."

Commenti  

 
#1 LucaRossirealmadrid 2017-12-23 13:24
Putroppo il movimento ha fatto troppe promesse. Ad oggi solo una è stata realizzata, le macchine sul corso, perchè il popolo voleva le macchine, e noi siamo con il popolo. Viva le macchine. ma a parte aver messo in circolazione gli autoveicoli (tipo la politica della fiat negli anni 60), il resto male , molto male. troppe promesse, questa è disonestà intellettuale e fra un po' ci sono le politiche e non sappiamo più cosa inventarci.Per i portavoce: che fine hanno fatto le vostre macchine fotografiche per mettere all'indice chiunque?
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI