Domenica 17 Dicembre 2017
   
Text Size

Piazza Grande non può, non deve chiudere

20170522 173519-678x381

E’ pervenuta alla nostra redazione “il GRIDO” di Piazza Grande e dell’Associazione Speranza, che vogliamo riportare integralmente, nel rispetto di chi sta attendendo le sorti di Piazza Grande sulla quale pende la scadenza dell’attività il 31 dicembre 2017.

Questa mattina, numerosi utenti di Piazza Grande e dell’Associazione A.T.S.M. “Speranza” di Santeramo si sono recati presso la sala del Consiglio Comunale perché all’ordine del giorno era stato inserito il seguente argomento “Ordine del giorno per il progetto sperimentale PIAZZA GRANDE – proposto dai Consiglieri Michele Digregorio, Franco Nuzzi, Giovanni Volte, Camillo Larato e Francesco Caponio, protocollata al numero 18496 in data 16.11.2017”.

A seguito di alcune lunghe interruzione dei lavori consiliari, l’argomento era pronto per essere discusso con la speranza che fosse da tutti approvato. A questo punto, il colpo di scena. Il Presidente del Consiglio Comunale, accampando pretestuose argomentazioni, ha ritirato di propria iniziativa il punto generando la giustificata protesta dei consiglieri proponenti e suscitando delusione e sconcerto tra coloro che con molta pazienza continuavano ad attendere la discussione sulle sorti di Piazza Grande sulla quale pende la scadenza dell’attività al 31 dicembre 2017.

A questo punto, ogni tentativo dei consiglieri che si sono dati promotori della discussione è risultato inutile e, fortemente scoraggiati gli utenti che frequentano con profitto l’attività di Piazza Grande, sono ritornati a casa sgomenti e mortificati.

Nel prendere amaramente atto dell’esito infruttuoso del Consiglio Comunale, Piazza Grande e l’Associazione A..T.S.M. “Speranza” tengono a sottolineare di non essere strumentalizzati da nessuno solo perché nessuno può e deve speculare sulle condizioni di salute. Nella sua riconosciuta e salda autonomia, Piazza Grande e Associazione si sono mosse sempre da sole e questa sarà la strada anche per il prossimo futuro.

Nonostante il triste epilogo odierno, Piazza Grande e Associazione Speranza, continuano a rimanere fiduciose affinché si giunga il più rapidamente possibile al rinnovo dell’attività anche per i prossimi anni.

A tal fine, rivolgono un caloroso appello a quanti possono e devono dare una mano nel senso desiderato.

Piazza Grande non può, non deve chiudere.

Piazza Grande è e deve rimanere patrimonio sociale di tutta la Città di Santeramo.

Commenti  

 
#6 Pessimi 2017-12-01 16:42
State solamente strumentalizzando la cosa, per ottenere consenso politico. SIETE PESSIMI!!
 
 
#5 Michele Di Gregorio 2017-12-01 15:37
Sempre nella seduta di Consiglio comunale del 29 novembre è stata approvata una variazione di bilancio di ben 2.452.347,25 euro. Penso che al'interno di questa operazione finanziaria sicuramente si potevano trovare le risorse (in attesa della nuova programmazione da parte del Piano sociale di zona) da destinare alla riapertura della Ausilioteca e garantire la continuità del progetto sperimentale PIAZZA GRANDE.
Michele Di Gregorio
consigliere comunale - DIREZIONE ITALIA
 
 
#4 oh 2017-12-01 13:58
per essere io d'accordo con m.digregorio , ce ne vuole, ed e' tutta colpa dei 5 stelle, avrei capito se la spesa dei 100.000, l'avesse fatta una altra amministrazione , 5 stelle SIETE UN FLOP TOTALE, senza se e senza ma.e' basta con la solita retorica che bisogna aspettare i cinque anni per giudicare.
 
 
#3 Michele Di Gregorio 2017-12-01 12:25
Nella seduta di Consiglio comunale del 29 novembre scorso è stata approvata una modifica al programma triennale delle opere pubbliche con un ulteriore finanziamento per la messa in sicurezza della (parliamo del munturronu); pare che l'importo di circa 100.000,00 euro servirà unicamente per rendere più gradevole l'aspetto esteriore del muro di contenimento. Sul punto all'ordine del giorno non ero presente perché avevo abbandonata l'aula per protesta.
Mettere in sicurezza la balaustra di protezione è sicuramente un intervento utile e necessario, spendere circa 100.000,00 euro per una questione , in un momento di ristrettezze finanziarie, è un lusso che la città di Santeramo non si può permettere.
Personalmente ritengo che i cittadini, se interpellati, avrebbe destinato quei 100.000,00 euro ad altre priorità sopratutto di carattere sociale, magari proprio per sostenere la continuità del progetto sperimentale socio-sanitario PIAZZA GRANDE.
Per noi di DIREZIONE ITALIA prima vengono i bisogni della gente e delle fasce sociali più deboli, poi si può anche pensare agli interventi di maquillage.
Il Sindaco Prof. Baldassarre, la Giunta comunale e l'intero gruppo consiliare del Movimento 5stelle, invece, pensano più agli aspetti .
E' semplicemente una questione di sensibilità e null'altro.
Michele Di Gregorio
consigliere comunale - DIREZIONE ITALIA
 
 
#2 Trasparenza88 2017-11-30 22:24
Vorrei leggere il Regolamento del Comune di Santeramo in Colle dove recita che il Presidente del Consiglio Comunale ha poteri di ritirare il punto all'ordine del Giorno senza discutere di un centro di socializzazione come Piazza Grande! La disabilità e gli utenti al primo posto.
 
 
#1 Vito86 2017-11-29 20:41
Sono a fianco degli utenti e ai responsabili di Piazza Grande ! Forza e coraggio c'è la faremo.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI