Lunedì 18 Dicembre 2017
   
Text Size

Emergenza Neve: errate rilevazioni dei danni per i paesi della provincia di Bari

Caponio

A rischio il risarcimento danni subiti alle strutture aziendali e al bestiame a seguito dell’eccezionale nevicata dello scorso gennaio 2017.

L’Assessore (M5S) all’Agricoltura del Comune di Santeramo, dott. Giuseppe Caponio, scrive alla Regione per denunciare l’assenza dell’indicazione “ECCESSO DI NEVE” nel bollettino ufficiale della Regione Puglia oggetto di decreto di declaratoria di calamità atmosferica da parte del Ministero delle Politiche Agricole riferito alla provincia di Bari. Questo permetterebbe la  richiesta di risarcimento esclusivamente per i danni subiti alle colture e non a quelli subiti alle strutture aziendali e al bestiame. Una valutazione riduttiva rispetto alla portata dell'evento calamitoso che penalizza gli agricoltori e gli allevatori di tutta la provincia di Bari.

 “E’ noto a tutti – scrive dall’Ass. all’Agricoltura del Comune di Santeramo, dott. Giuseppe Caponio -   che la nostra provincia a gennaio 2017 è stata interessata da una intensa e straordinaria nevicata che ha visto Santeramo essere il Comune più colpito dall’eccezionale evento atmosferico e che ha causato danni alle aziende agricole e zootecniche.  Nei giorni successivi agli eventi atmosferici gli uffici preposti si sono attivati per raccogliere le segnalazione di danni e da queste risultano evidenti che le principali tipologie di danni hanno riguardato le strutture aziendali e le scorte trovando corrispondenza con quanto enunciato nell’articolo 5 comma 3° del D.Lgs. 29 marzo 2004, n. 102.

A seguito di un mio personale controllo ho constatato che questa tipologia di danni non compare né nella relazione del Servizio Provinciale Agricoltura di Bari datata 02.03.2017 - AOO/180/ prot. n. 11139, acquisita agli atti del Dipartimento Agricoltura, Sviluppo Rurale ed Ambientale — Sezione Coordinamento dei Servizi Territoriali - in data 02.03.2017 AOO /180/prot. n. 11153, riportate nella delibera di giunta regionale n. 295 del 7 marzo 2017 né nella relazione successiva riportata nella delibera di giunta regionale n. 739 del 16 maggio 2017.

Cosa ancor più grave, se pur presente come voce da indicare nella declaratoria delle suddette relazioni, l’assenza dell’indicazione di “ECCESSO DI NEVE” tra gli eventi calamitosi verificatisi nel periodo 5-12 gennaio 2017. E’ indicato il solo evento “GELATA” che per sua natura non avrebbe potuto provocare danni strutturali o danni a strutture aziendali e al bestiame.

Allo stato attuale - continua l’Assessore – differentemente dalle provincie di Lecce e Taranto dove invece risultano indicati i danni provocati da “eccesso di neve”,  l’errata impostazione della declaratoria riferita alla provincia di Bari non permetterebbe un seguito alle richieste di risarcimento della maggior parte delle nostre aziende agricole e zootecniche danneggiate e che hanno subito danni come il crollo delle stalle, delle serre o la morte del bestiame. Gli unici risarcimenti previsti sono quelli alle colture e non per tutte le varietà ma solo per: leguminose, oliveti ed ortaggi a pieno campo.

Pertanto, con lettera a firma del sottoscritto e del Sindaco di Santeramo, Prof. Fabrizio Baldassarre e  indirizzata all’Assessore regionale al ramo, dott. Leonardo Di Gioia e per conoscenza al Ministero dell’Agricoltura e al Presidente del Regione Puglia Michele Emiliano, abbiamo chiesto di attivare con urgenza gli uffici preposti al fine di integrare la declaratoria e far recepire al Ministero delle politiche agricole tale integrazione.

Questa Amministrazione continuerà a seguire l’evoluzione della vicenda affinché, ai nostri agricoltor e allevatori, oltre al danno non si aggiunga la beffa”.

Declaratoria 1


Declaratoria 2

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI