Lunedì 23 Ottobre 2017
   
Text Size

Dal 22 al 29 ottobre la mostra “IL MANTELLO DI MURAT” farà tappa a Santeramo

Murat

Dal 22 al 29 ottobre la mostra "IL MANTELLO DI MURAT" farà tappa a Santeramo.

A duecento anni dalla morte del re Gioacchino Murat, Generale, re di Napoli e maresciallo dell'Impero con Napoleone Bonaparte, una mostra artistica d'arte contemporanea gli renderà omaggio. Ad annunciarlo è il Sindaco di Santeramo Fabrizio Baldassarre con delega alla Cultura che domenica 22 ottobre, ore 18,30, presso il P.zzo Marchesale di Santeramo, taglierà il nastro inaugurale dell'esposizione itinerante che coinvolge Cassano, Santeramo e Bari.

Oltre all'originale "Mantello di Murat", recentemente restaurato, saranno esposte 25 opere tra quadri , sculture e installazioni appartenenti a 11 artisti affermati pugliesi tra i quali anche quelle dell'artista locale Armando Mele.

La mostra itinerante, organizzata dall'associazione culturale "Club Federiciano" di Altamura, ha visto la collaborazione tra gli assessorati di riferimento e ricevuto il patrocinio della Città di Bari e di Santeramo dove resterà aperta dalle ore 10,00 alle 12,00 e dalle ore 18,00 alle 20,00 tutti i giorni dal 22 al 29 ottobre presso la Sala Don Tonino Bello del Palazzo Marchesale di Santeramo per poi far tappa nel Museo Civico di Bari.

L'ormai celebre Mantello di Murat è custodito nella Cattedrale di Altamura come piviale di Monsignore Gioacchino De Gemmis, Vescovo di Altamura che lo ricevette in dono dal re di Napoli Murat durante la rivoluzione del 1799 in segno di gratitudine per la benedizione dell'Albero della Libertà.

Il Mantello in seta e finemente ricamato, è stato restaurato grazie all'iniziativa presa dal Club Federiciano di studiare, restaurare ed esporlo nel Museo dei Matronei della Cattedrale altamurana grazie all'opera certosina della sua restauratrice Monica Cannillo che in 3 mesi ha ridato splendore al capo cosi prezioso che potrà essere ammirato durante la mostra itinerante d'arte contemporanea in onore di Gioacchino Murat.

 

Murat fb

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI