Martedì 17 Ottobre 2017
   
Text Size

"World Café" con Officine Stand by;

world caf 

Riceviamo e pubblichiamo

 

Secondo, proficuo appuntamento per i ragazzi delle Officine Stand By di Santeramo che, con un momento di scambio di idee aperto a tutti, hanno dato vita, domenica 2 aprile, a un pomeriggio nel quale tutti i partecipanti hanno esposto quali esigenze vorrebbero che fossero soddisfatte, e come, in uno spazio di coworking.

Con la metodologia “World cafè” una cinquantina di persone (studenti, professionisti, artigiani…) si sono divise, a sorte, intorno ad alcuni tavoli e, guidati dai moderatori delle Officine, hanno parlato delle loro esigenze, dei loro bisogni e di cosa sarebbe utile avere a disposizione nelle stanze del palazzo Marchesale.

Condivisione, lavoro di gruppo, scambio di competenze: queste le parole chiave da declinare in un ambiente caldo, informale e comodo, pronto a rimodularsi a seconda delle esigenze di chi lo fruisce, con un’area relax e una sala lettura.

Dopo le tavole rotonde i partecipanti hanno ascoltato, nella sala Giandomenico, le esperienze dei ragazzi di Tank e GrowLab. I primi, di Brindisi, hanno raccontato come è nato il loro progetto e dell’iniziativa “Mind the Map-Percorsi di orientamento”, che tramite attività, workshop e infontri di orientamento si propone di indirizzare verso il mondo universitario e lavorativo i giovanissimi di età compresa tra i 16 e i 24 anni.

I barlettani di GrowLab, invece, stanno muovendo i loro primi passi nel mondo del coworking dopo aver vinto il bando pubblico “Giovani per il Sociale”, finanziato dal Dipartimento della Gioventù. GrowLab è un ambizioso incubatore sociale di arti, mestieri, professionalità e nuove tecnologie, il cui intento è quello di supportare e potenziare l’imprenditorialità del territorio in un’atmosfera di crescita sociale condivisa.

L’intervento di Gianni Sportelli, rappresentante di Puglia Creativa (distretto produttivo che coinvolge la rete di imprese culturali e creative pugliesi), ha ricordato come l’innovazione, l’internazionalizzazione e la formazione debbano essere i punti di arrivo delle attività territoriali di carattere creativo e culturale nell’ambito di un sistema di cooperazione, imbevuto di rinnovamento e inventiva, tra le diverse imprese che possa avvantaggiare tutta l’economia regionale.

Infine, un punto su quanto emerso ai tavoli dopo una riunione dei moderatori ha chiuso una domenica pomeriggio che ha dato buoni frutti. Il prossimo appuntamento con data da definirsi continuerà, nel solco dei primi due, a costruire in maniera partecipata lo spazio delle Officine Stand By.

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI