Domenica 22 Ottobre 2017
   
Text Size

Ztl. Comunicato dell'assessore Leo

viabilit 

Riceviamo e pubblichiamo

 

Come a tutti è noto, il Comune di Santeramo in colle ha da tempo intrapreso un percorso di rigenerazione e sviluppo del nostro territorio, che su vari livelli e settori si è ramificato, come è giusto che fosse, in una visione lungimirante dell’amministrazione pubblica.

In continuità con i processi di dotazione del piano urbanistico, con i lavori di rigenerazione e l’implementazione di un arredo urbano più confortevole, abbiamo inteso dar seguito agli interventi di miglioramento della qualità della vita e di promozione di una nuova concezione della fruizione della città, attuando già da dicembre dell’anno scorso, la limitazione della circolazione di autoveicoli privati, con l’istituzione dell’Area Pedonale Urbana di via Netti e piazza Garibaldi.

Indubbi sono stati fino ad oggi i benefici riscontrati in termini di tutela di mobilità delle utenze deboli e del patrimonio comunale, oltreché in termini di riduzione dell’inquinamento acustico ed atmosferico. Come Assessore al ramo viabilità, numerosi sono stati i riscontri rilevati attraverso il confronto con la cittadinanza, nel periodo fin’ora sperimentato, di validità della Area Pedonale Urbana; riscontri a seguito dei quali, ho ritenuto opportuno farmi carico delle esigenze prospettate da numerosi imprenditori e concittadini.

Pertanto la Giunta Comunale, dando seguito alle precedenti delibere in materia di area pedonale urbana, ha deliberato nella seduta del 30/08/2016, l’istituzione della Zona a Traffico Limitato (quindi non più area pedonale urbana) con l’ausilio di varchi con vigile elettronico, da implementare a seguito della prossima installazione di elementi di distinzione della carreggiata in piazza Garibaldi (già approvati con precedente delibera).

Come prima regolamentazione, la nuova Zona a traffico limitato (Z.T.L.) prevista nel Centro storico del Comune di Santeramo avrà validità esclusivamente domenica e nei giorni festivi per l’accesso da via Ladislao; mentre da via Annunziata sarà consentito l’accesso tutti i giorni feriali dalle 9.00 alle 12.30 e dalle 16:00 alle 18:00 (periodo estivo) e dalle 16:00 alle 19:00 (periodo invernale), sarà invece sempre valido il divieto di transito (escluso autorizzatati) da via Netti e da via Piazzolla.

 

Dopo una fase di sperimentazione (tali orari potranno essere oggetto di opportune modifiche) e la necessaria comunicazione alla cittadinanza, mediante informazione diretta e tramite sito web, la Z.T.L. entrerà ufficialmente in vigore e per tutti gli orari di “varco attivo” il controllo elettronico dell'accesso segnalerà i veicoli non autorizzati all'ingresso, che saranno dunque sanzionati. Il controllo elettronico verrà eseguito mediante telecamera di sorveglianza situata in prossimità dei varchi collocati in piazza Del Lago verso via Netti, Via Piazzolla verso piazza Garibaldi, via Annunziata all’intersezione con via Catterina e via Ladislao all’intersezione con via De Gasperi. I portali elettronici saranno in grado di verificare se le targhe dei veicoli in ingresso siano inserite in apposite banche dati dei soggetti autorizzati (white list), rendendo possibile la sanzione di eventuali infrazioni.

Ma l'obiettivo principale dell'Amministrazione Comunale resta quello di migliorare la qualità del centro storico, evitando la sua desertificazione e iniziando ad incentivarne la sua valorizzazione sociale, promuovendone la rifunzionalizzazione a luogo per aggregazione.

Per anni i centri storici sono stati tutti in crisi: per cambiare è necessario mettere in fila le cose e dargli una priorità; attuare alcuni miglioramenti, come un minor traffico e un arredo urbano più confortevole, sono i primi passi da compiere: l’esperienza dei paesi limitrofi insegna che le polemiche per le pedonalizzazioni ci sono state dappertutto, ma a 2-3 anni dalla limitazione del traffico, nessuno vorrebbe più tornare indietro”.

Certo le opere da realizzare restano ancora tante, ma con l’organizzazione di eventi, la riconversione e riqualificazione dei singoli quartieri della città, e la pedonalizzazione, il processo per ripopolare il centro è avviato: si tratta di un lavoro molto delicato, fatto di dialogo, confronto, progettazione e persuasione. Da un lato dovremo continuare con la riorganizzazione della mobilità, attuando la regolamentazione dei parcheggi, l’implementazione della segnaletica e la progettazione della mobilità sostenibile e dall’altro lavorare con le associazioni, i commercianti e gli altri enti, attraverso un tavolo ristretto che si possa muovere agevolmente e con rapidità. Per riempire il centro bisognerà riconsiderare molte cose, dare una caratterizzazione ad ogni via, lavorare con i proprietari immobiliari dei singoli spazi, cercando di promuovere un abbassamento dell’imposizione fiscale e quindi degli affitti, e con la Asl per ottenere deroghe alle limitazioni sanitarie sui locali.

Continueremo la nostra opera politica per rendere la città più ospitale, gli spostamenti dei cittadini più sicuri e per offrire una maggiore disponibilità e qualità degli spazi urbani.

L’assessore alle politiche della mobilità

Ing. Giuseppe Claudio LEO

 

Commenti  

 
#6 pedosa 2016-09-11 16:10
cari tutti oppositori della ZTL affilate le gambe e .......cammnt all pedosa
 
 
#5 X PorfidoFranco 2016-09-08 17:17
Non ti vergogni? Dare del telecomandato ad un quarantenne padre di famiglia? Chi sei Tu per pontificare con tale odio verso tutti? Se hai tanto veleno in corpo,trova altri modi per rasserenarti.
Non puoi sempre offendere chi dedica il proprio tempo per far politica a Santeramo. W i giovani in politica. Achiuditt barrakk inutili rancorosi
 
 
#4 giuseppe Molinari 2016-09-08 07:38
assessore ma questi benefici lei dove li vede? la chiusura di attività, sono per voi un beneficio? non avete cappito assolutamente nulla del problema, prima di fare una ztl così estesa, bisognava fare un piano del traffico di tutto il paese, pure i bambini lo sanno, voi no. la macchine a santeramo sono sempre quelle, state solo aumentando il traffico nelle starde limitrofe, e danneggiando ancora di più la circolazione stradale. la cosa che mi solleva a che fra qualche mese dovete andare a casa, e tutto verra ripristinato.
 
 
#3 x Leo 2016-09-07 16:39
sei un grande! bella risposta! i vari Emilio Fede della situazione hanno sempre e solo alzato inutili polveroni.
i fatti contano, non le pugnette
 
 
#2 assessoreleo 2016-09-02 15:22
Caro Cavaliere, le rispondo solo per alcune precisazioni: lei che di telecomandi e televisioni è esperto, questa volta si vede che ha preso un grosso abbaglio!Sono geloso della mia testa che non ha predisposizione nè per i telecomandi,nè per gli stop...per il contributo tecnico che metto in campo, questo serve a migliorare condizioni su cui tanti ci hanno messo parole e firme, ma nessuno i fatti, e, lei mi insegna, solo questi valgono alla fine dei conti!
 
 
#1 francoporfido 2016-09-01 14:17
Caro Gigino, ti chiedo una cortesia che non è soltanto personale. L'assessore da te telecomandato non faccia più nulla. Troppi i danni causati anche in tema di viabilità. Stia fermo. Si incollasse al collo un segnale di "Stop". Le cose da fare e, soprattutto, da riparare devono essere oggetto di un serio piano del traffico, redatto da tecnici competenti. Tutte le altre cose lette fanno parte del tuo prossimo programma elettorale. Con quali forze politiche le vorrai condividere? Con quelle con le quali hai ridotto Santeramo ad un grande cimitero. Spero proprio di no.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI