Domenica 17 Dicembre 2017
   
Text Size

Sprechi evitabili

comune 1 

 

Gli ultimi provvedimenti elaborati dalla Giunta Comunale di Santeramo, sotto la regia del Signor Sindaco D’ambrosio per migliorare la città, sono, forse, utili ma non indispensabili e molto costosi.                                                                                                               

Ci riferiamo alla delibera n. 57 del 17.03.2016; Per adeguamento di marciapiedi nell’abitato di Santeramo, soste e capolinea bus. In un momento di gravi difficoltà finanziarie, il Comune avrebbe potuto fare costruire soltanto una pensilina per proteggere i viaggiatori, con una modica spesa di qualche migliaia di euro.                       

La delibera n. 58 del 17.03.2016 prevede la realizzazione di dispositivi delineatori di carreggiata e opere connesse in Piazza Garibaldi. Che senso ha posizionare ora i paletti  ? Se proprio erano utili, dovevano essere applicati durante i “grandi” lavori eseguiti nella medesima piazza, per una questione di mero risparmio.                                

I santermani hanno “apprezzato” molto l’inclinazione del Signor Sindaco a produrre una quantità infinita di progetti, tutti con il medesimo obiettivo: spendere soldi e non produrre i relativi servizi per la città. Oltre a queste “Perle “ succitate, si sono devoluti molte decine di migliaia di euro per la biblioteca , l’eterna  “Incompiuta”! che deve ancora diventare fruibile per i cittadini!                                                                

Dopo diverse settimane di disagio, finalmente il problema degli allegamenti di Largo Pietro Sette sembrava risolto. Sono bastati una ventina di minuti di un improvviso acquazzone  per constare,Ahinoi !,che i lavori non avevano prodotto nulla di nuovo: gli allagamenti hanno ristabilito, in quella strada, la loro residenza.                                          

Dopo questi interventi, sono terminati i soldi e la città resta paralizza fino . alla vigilia di S. Erasmo, quando le folte delegazioni non soltanto di Bad Saeckingen e Buelach, ma anche una cinese saranno ospitate dal nostro Comune. E intanto il Signor Sindaco D’Ambrosio si è rifiutato di elargire un modesto contributo per le spese del Pullman, che avrebbe condotto i ragazzi della scuola media Don Bosco- F. Netti a Bad Saeckingen a incontrare i loro coetanei tedeschi; spezzando così una tradizione ultra trentennale !                                                                                                               

Gli assistiti dal Comune risultano otre cento cinquanta; eppure il primo cittadino di Santeramo si ostina a non impiegare nessuno per aprire e chiudere il parco giochi e permettere ai bambini di giocare. Cocciutamente tiene nell’abbandono più completo una struttura che appartiene ai cittadini più indifesi: i nostri bimbi.                     

E’ opportuno rivolgere al Signor Sindaco le seguenti domanda: E’ proprio sicuro che non si possa devolvere una piccola cifra per permettere ai nostri ragazzi di recarsi in Germania? E’ tanto difficile ripristinare e mettere a disposizione dei nostri bambini l’unico vero parco gioco di Santeramo? Attendiamo fiduciose risposte positive e possibilmente non le solite giaculatorie: Non ci sono soldi!

 

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI