Sabato 16 Dicembre 2017
   
Text Size

Natuzzi, M5s: “Percepiti 53 milioni senza rispettare impegni. Dov'era la Regione?”

Natuzzi-logo 002 

Riceviamo e pubblichiamo

 

Dopo aver incontrato la scorsa settimana una delegazione di lavoratori della Natuzzi i consiglieri M5S Mario Conca, Grazia Di Bari, Gianluca Bozzetti e Marco Galante replicano alle dichiarazioni del Presidente Emiliano secondo cui la Regione avrebbe già elargito una cospicua somma negli anni per salvare l’azienda: “Una amministrazione regionale seria non si sarebbe dovuta limitare a finanziare l’azienda ma avrebbe dovuto operare un effettivo controllo sul rispetto degli impegni presi. Invece, come lo stesso Emiliano ammette, sono stati dati molti soldi pubblici alla Natuzzi, ed oggi ci ritroviamo con i lavoratori che manifestano di fronte al palazzo del Consiglio regionale. Prima di regalare soldi pubblici si deve esigere un progetto serio sui lavoratori che blindi l’occupazione e ci auguriamo che tale progetto arrivi quanto prima dal momento che la Regione ancora oggi continua a mettere a disposizione dell’azienda ingenti somme".
 
I pentastellati fanno riferimento al fatto che ad oggi l’azienda non attua la formazione prevista per i lavoratori, non opera per il riassorbimento degli stessi, non agisce per il rientro della produzione dalla Romania e continua a confermare gli esuberi. Il rientro della produzione dalla Romania, che ovviamente contribuirebbe a salvaguardare posti di lavoro nel nostro Paese, è infatti uno dei pilastri dell’accordo siglato il 10 ottobre 2013 rispetto al quale, però, non è dato sapere se e quali siano i termini della questione. “Ma anche sulla riapertura dello stabilimento di Ginosa - proseguono i cinquestelle - si sta ignobilmente giocando sulla pelle dei lavoratori perpetrando in un clima di incertezza, con alterne intese.”
 
E proseguono annunciando la richiesta di audizione in Commissione degli assessori competenti: “Abbiamo richiesto l’audizione in Commissione Lavoro degli assessori Leo e Capone, dei rappresentanti dell’azienda e di quelli delle organizzazioni sindacali. Quello che avrebbe dovuto fare il governo regionale lo facciamo noi: è necessario infatti che aggiornino la sesta commissione sugli impegni mantenuti dall’azienda sulla base degli accordi sottoscritti negli scorsi mesi presso il Ministero dello Sviluppo Economico. All’azienda chiediamo, invece, numeri, riscontri documentali rispetto alle promesse fatte ai lavoratori e impegni serie e certi sulla base degli impegni presi. Ad esempio: quale quota dei 53 milioni di euro sino ad oggi percepiti siano realmente stati utilizzati per mantenere i livelli occupazionali e vogliamo sapere anche quanta produzione è tornata dalla Romania”.

Una richiesta di chiarezza quindi dei cinquestelle riguardante non solo gli investimenti dell’azienda ma anche le misure concrete che il Gruppo Natuzzi intende mettere in atto per la salvaguardia dell’occupazione, per evitare il ricorso agli esuberi, procedere al riassorbimento di tutto il personale e garantire il ricorso e la copertura dei contratti di solidarietà per tutti i lavoratori. 

 

Commenti  

 
#3 terrone onesto 2016-01-21 17:26
essendo io dipendente posso affermare che fino ad oggi non siete stati capaci di fare niente, almeno Salvini ha permesso di ricominciare a parlarne, se poi Voi riuscirete a fare meglio, ben venga, ma continuo a dire, fino ad oggi dove eravate? A controllare l'operato degli accordi chi c'era? Salvini np ma neanche voi e nemmeno la politica che conta, in balia dei sindacati.
 
 
#2 Per terrone onesto 2016-01-20 17:20
Per la verità il m5s segue la questione Natuzzi del 2014 con varie interrogazioni parlamentari e incontri in regione ecc. Quanto ci sono delle parti che contrattando poco si può fare, se non quello di controllare che gli accordi vengano onorati è mantenuti. Questo è quello che sta facendo il m5s, che, a differenza di Salvini, non fa la passerella per far abboccare i creduloni. Sia dei lavoratori già rientrati e sia dei 370 che sono ancora fuori, NESSUNO è rientrato o rientrerà per merito di Salvini o dei salviniani. Se poi si vuole continuare ad illudere ancora le persone e speculare voti sulla disperazione delle persone, allora fate pure! Sveglia....
 
 
#1 terrone onesto 2016-01-14 18:05
Finalmente si muovono, ci voleva Salvini ma non importa, il lavoro e la dignità della persona non conosce colore. Spero che lo facciano altri ma il sindaco (anche se non centra niente con l'articolo) la smettesse di fare proclami a vuoto, perché per i lavoratori della Natuzzi non ha fatto niente né lui né Emiliano.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI