Mercoledì 18 Ottobre 2017
   
Text Size

Giovanni Porfido, cassintegrato Natuzzi, scrive al sindaco D'Ambrosio

Natuzzi-logo 002 

Riceviamo e pubblichiamo

 

Egregio Sindaco,

chi Le scrive è di nuovo Giovanni Porfido, il dipendente della NATUZZI in cassa integrazione da diversi anni, come Lei ben sa e che già diverse volte Le ha scritto. Approfitto della sua ultima dichiarazione rilasciata ai giornali telematici locali sulla questione NATUZZI per chiederLe, sicuro come sono che lei ha a cuore il nostro problema e che sicuramente coinvolge tutto il territorio, per chiederLe di dare un’accelerazione alla  convocazione del Consiglio Intercomunale e che si convochino tutti i Sindaci del Distretto e il Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, che voi stesso nominaste con Decreto Sindacale alla carica di “Consigliere del Sindaco per il Piano Attuativo dell’Accordo di Programma per il rilancio dell’area Murgiana”, quello stesso Programma che ha messo alla porta 365 Lavoratori compreso il sottoscritto. 
Restando sempre in tema di esuberi NATUZZI, ho già inviato tramite posta elettronica al Presidente del Consiglio  Ubaldo Manicone, competente per Statuto e a Lei, formale richiesta mia e dei miei amici e collaboratori di far pervenire a Roma presso la Cabina di Regia, le nostre istanze  che credo siano oramai note a tutti e cioè che il Contratto di Solidarietà sia esteso a tutti i dipendenti della NATUZZI, nessuno escluso. Per questo è importante che il Consiglio Intercomunale si faccia al più presto! Perché Voi possiate recepire dette istanze.
Confidando nella gentilezza poi della redazione nel voler pubblicare la richiesta formale allegata, a conferma della bontà di quanto fin’ora scritto, certo come  del suo dichiarato impegno e altruismo, resto in attesa di una Vostra risposta che potete anche rendere pubblica tramite stessa redazione.
La saluto cordialmente anche da parte dei miei colleghi.

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI