Martedì 17 Ottobre 2017
   
Text Size

Tutti i problemi risolti

via iacoviello 

 

 Il Signor Sindaco D’Ambrosio, in occasione della festa di Ferragosto ha concesso l’ennesimo regalo alla città di Santeramo: il famigerato e …tanto sospirato senso unico, che conduce da Piazza Di Vagno a via Iacoviello e via Gioia. Dopo oltre quaranta giorni di annunci, proclami, comunicati e lettere il Palazzo, Municipale ha partorito  la priorità delle priorità : invertire il senso di una strada !!! Come se applicando questa normativa stradale i tanti Problemi di Santeramo fossero risolti !! Il Signor Sindaco è stato talmente impegnato da questo grande e impellente problema da distrarsi sulla pulizia della nostra città. E’ bastata una pioggia consistente, dopo settimane di siccità, per allagare diverse strade centrali dovute ai detriti e cartacce che ostacolavano le grate, non pulite da tempo immemorabile. Camminare per le strade sporche, e i tanti turisti ne sono testimoni, e osservare che in certe l’erba cresce insieme alla sporcizia senza che nessun operatore ecologico si degni di pulire, non è certo piacevole né tanto meno da paese civile. Gli (ex) giardini sono diventati come dei campi di concentramento in cui i cani, guidati dai loro solerti padroni, trovano i gabinetti preferiti.                                                                                                 

Quanti santermani rammentano ancora i giardini pubblici con le aiuole ornate di fiori?                                                                                                                   Le vacanze, per chi ha potuto godersele, sono al termine e sarà necessario pensare d’invertire questa situazione di degrado e di sporcizia in cui la nostra Santeramo, nonostante le alte aliquote della Tari, è precipitata. Con l’entrata in vigore dei nuovi tributi (Tasi) già pagati dai cittadini nel 2014, l’Amministrazione Comunale aveva applicato una delle aliquote più alte della provincia di Bari, con la promessa che avrebbe realizzato i relativi servizi. Per una maggiore chiarezza rammentiamo che i servizi annunciati sarebbero dovuti essere i seguenti: Verde Pubblico, Asfalto Stradale, Pubblica Sicurezza e Illuminazione Pubblica. Dopo il relativo incasso del 2014 e la prima rata del 2015, non è stato avviato nessuno di questi proclamati servizi. Questo salasso ha falcidiato il bilancio della maggior parte delle famiglie e penalizzato, molto più di quanto si possa immaginare, l’economia locale. In genere un’Amministrazione Comunale dovrebbe escogitare nuove iniziative per favorire lo sviluppo del territorio, invece d’imporre nuovi tributi che generano povertà , disoccupazione ed emigrazione.                                                                                                  

Ultimamente ho avuto l’occasione di dialogare con il Signor Sindaco D’Ambrosio e ho riportato un’ottima impressione: se la Sua capacità di produrre fatti concreti fosse soltanto l’1% della Sua protervia, Santeramo sarebbe una delle città più prosperose e vivibile dell’intera Italia.                                                                                 L’invito dello scrivente rivolto a tutti i partiti, alle associazioni e a tutti i cittadini è quello di una partecipazione comune ,che metta termine a questa non politica e restituisca a noi tutti una città pulita ed efficiente e non obbliga i nostri giovani ad andarsene. Naturalmente l’invito è indirizzato anche all’Amministrazione Comunale e al Signor Sindaco in particolare affinché la smettano di occuparsi di cose frivole come il senso unico, ma usino il “ BUON SENSO” per la soluzione degli immensi problemi, di cui nostro bel Paese murgiano è oberato.

 

 

Commenti  

 
#1 Giovanni Porfido 2015-08-19 19:57
Condivido con quanto scritto nell' articolo
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI