Martedì 17 Ottobre 2017
   
Text Size

Epilogo finale per via Iacoviello

autobus marino_in_villa 

 

L’ordinanza del 10 agosto pone fine alla diatriba che ha tenuto banco durante l’ultimo mese su via Iacoviello. Per decenza, risparmiamo la cronistoria di quanto accaduto nell’arco delle ultime settimane. Con buona pace di commercianti ed esercenti, cittadini favorevoli e contrari, su via Iacoviello sarà cambiato il senso di marcia. Non più da via Gioia verso la villa, ma si procederà in senso esattamente contrario.

autobus in_piazza_del_lago

Come già scritto in precedenti occasioni, su detta via si procederà al blocco della circolazione nelle ore serali di venerdì e sabato, mentre la domenica il blocco è totale. Nonostante ciò, nella giornata di domenica 9 agosto, come testimoniano le foto di Vincenzo Mele, contrario sin dal primo momento a quest’inversione, i mezzi hanno continuato a circolare, sebbene fossero presenti le transenne che ne dovrebbero vietare il flusso.

passaggio autoveicoli_in_villa

L’ordinanza di San Lorenzo riguarda anche altre strade, che saranno interdette al traffico dei mezzi pesanti. Infatti questi dovranno obbligatoriamente svoltare su via Gioia per proseguire poi su via Carmine Gruppi (meglio sarebbe scrivere Crupi, ma questa è altra storia). Di conseguenza, cambia anche la viabilità di tutte quelle strade che intersecano via Iacoviello, sbucando dalle quale non si potrà più svoltare per dirigersi verso la villa comunale, me si dovrà svoltare per andare verso via Gioia.

Proprio a riguardo, i commercianti di via Iacoviello hanno sempre obiettato, sostenendo che non si può sostenere il trasporto pubblico e contemporaneamente spostare la fermata degli autobus in zone poco frequentate, come lo spiazzale della stazione o la fermata su via Acquaviva di recente istituzione, dove non c’è neanche una pensilina per ripararsi dalla intemperie, almeno al momento.

Stando a quanto racconta Vincenzo Mele, che ha anche ascoltato il parere di numerosi autisti di autobus, soprattutto della STP; per questi ultimi si è creato un paradosso, poiché, vietando loro di percorrere via Iacoviello, devono fare il giro da via Gruppi, arrivare alla stazione, percorrere via Tandil, immettersi su via Cassano e rientrare in centro per percorrere Corso Italia. In sintesi, non potendo percorrere duecento metri, devono allungare il proprio tragitto di due chilometri.

La decisione è presa. Citando Giulio Cesare, si potrebbe scrivere che il dado è tratto. Del resto, il sindaco non poteva fare altrimenti, essendosi infilato in un vicolo cieco. Se avesse ritirato quel provvedimento del cambio di senso, sarebbe stato il suo testamento politico, andando a creare un precedente. Potrà essere giusto o sbagliato quello che ha fatto, ma si è preso le sue responsabilità. Vedremo come andrà a finire. Sul modus operandi del sindaco D’Ambrosio si sono espressi anche gli attivisti di Santeramo in MoVimento, che sul loro sito scrivono testualmente quanto segue: "LA MAFIA UCCIDE SOLO D'ESTATE" A Santeramo il Sindaco D'Ambrosio lo sa bene ! La nostra contrarietà al provvedimento del cambio del senso di marcia di Via Iacoviello, NON È NEL MERITO (per noi nobile e discutibile), ma è nel metodo "truffaldino" privo di consenso e fondamenti che il Sindaco di Santeramo attua per raggiungere i propri scopi. Attuare determinati provvedimenti la notte di San Lorenzo è da vigliacchi. Farsi scudo usando nobili cause è da poveracci. Il traffico, lo smog e la salute dei cittadini non si tutelano invertendo 100 metri di strada”.

Nei giorni scoris anche le varie fazioni politiche si sono espresse a riguardo. C'è chi sin da subito ne ha fatto un cavallo di battaglia con numerosi post sulla propria pagina Facebook. Altri si sono espressi alla spicciolata. Si tratta di partiti politici attualmente all'opposizione. 

Si conclude così questa vicenda, che aveva assunto toni e modi di una questione di vita o di morte. Da questo momento la Redazione eviterà di tornare a scrivere di via Iacoviello con annessi e connessi. 

 

 

Commenti  

 
#9 raffaele.paradiso 2015-08-12 18:08
a me l'inversione del senso di marcia di via Jacoviello pare un gioco a somma negativa. non ci guadagna nessuno, non si ottiene alcun beneficio ragionevolmente prevedibile. quindi?
 
 
#8 Coord. 2015-08-12 07:34
D'accordissimo. Infatti sai bene che la parte più interessante di questa vicenda è ancora da venire.
Buon lavoro,
Coordinamento commercianti via Jacoviello e piazza Divagno.
 
 
#7 G. Dimita 2015-08-11 18:32
Caro coordinamento, non sempre è come scrivi tu. La rilevanza sociale e l'interesse pubblico a una notizia spesso sono date da chi scrive. Se si vuole dare importanza, si usano fiumi di inchiostro. In caso contrario, si sottace. Capisco che l'ultima frase del mio scritto sia piuttosto fraintendibile, ma ho voluto semplicemente scrivere che riguardo a Via Iacoviello saranno date solo le notizie più importanti e non si assisterà più a quella guerra di comunicati da una parte e dall'altra.
 
 
#6 vitalis 2015-08-11 18:18
X max
Guarda che non è vero, prova a chiedere al bar del ponte o al tabaccaio di via cassano
 
 
#5 Gigi 2015-08-11 14:36
E' di questa mattina l'ultima novità. Via F.Netti è stata chiusa anche al transito dei pedoni, escluso i residenti. A parte il fatto che ci sono attività commerciali a cui non potremo più accedere, domando al Coman.te Magg.Dott. "Tale" Vincenzo Caporusso, io che non sono residente, ma ho i miei genitori anziani che abitano in suddetta via come faccio ad andare a trovarli? La domenica non posso più andare a pranzo da loro? Gent.le Coman.te ci spieghi, per queste evenienze, è previsto un "Pass" che bisogna richiedere a Lei? E se passo senza Pass è prevista una multa? Grazie.
 
 
#4 Coord. 2015-08-11 10:41
Carissimo Giovanni D., da attento giornalista dovresti sapere che non sei tu che puoi determinare la rilevanza sociale e di interesse pubblico di una notizia. Se su via Jacoviello o piazza Divagno succede qualcosa di interesse collettivo di cui la cittadinanza dovrebbe essere messa al corrente, ometterai forse di occupartene, giornalisticamente parlando?
Conoscendo la tua professionalità e la tua dirittura morale, spero di no.

Coordinamento commercianti via Jacoviello e piazza Divagno.
 
 
#3 max 2015-08-11 09:59
e basta!!!!
ora vediamo come va e poi ci lamentiamo.
mi ricorda molto la vicenda di via Cassano e sappiamo tutti come è andata a finire.
ora sono i commercianti a non voler tornare indietro.
 
 
#2 Coord. 2015-08-10 19:32
E' finita un tubo. E' appena cominciata e dopo i commercianti, i primi a essere penalizzati saranno quelli che l'auto la usano per lavoro, poi toccherà ai residenti delle strade che si beccheranno tutto il traffico di via Jacoviello e infine toccherà agli studenti (e genitori che dovranno accompagnarli)che si divertiranno tantissimo a raggiungere le fermate "stramano".E tutto questo per favorire gli amiconi del sindaco, quegli sciogli piombo!, che bivaccano costantemente all'angolo della villa: Sindaco sei ridicolo.
Coordinamento commercianti via Jacoviello e piazza Divagno.
 
 
#1 !!! 2015-08-10 19:15
Finalmente! !!!!!! È finita!!!!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI