Giovedì 05 Dicembre 2019
   
Text Size

Presentazione ufficiale di Michele Emiliano

conferenza stampa_emiliano

Il debutto è stato durante la conferenza stampa a Palazzo Municipale. Il battesimo di fuoco sarà durante l'assemblea con i lavoratori e i sindacati Natuzzi a Palazzo Marchesale il prossimo 7 luglio alle 18.00.

La presentazione di Michele Emiliano è avvenuta con la classica conferenza stampa. Presenti le testate giornalistiche locali e alcuni consiglieri comunali, come Conversa e Girardi, o come l'assessore in pectore Putignano o il consigliere in pectore Iolanda Lovecchio. Assenti gli altri consiglieri del PD, a cominciare da capogruppo Luigi Labarile o il vicino di banco Andrea Bosco. Assente giustificato il consigliere Cecca, colpito da un lutto in famiglia. La redazione di Santeramoweb si associa al dolore per la perdita del congiunto del consigliere Cecca.

Nei banchi dell'opposizione non sedeva nessuno. Ci si sarebbe aspettati la presenza dei lavoratori della Natuzzi, ma probabilmente questi si staranno preparando per l'incontro del prossimo 7 luglio.

La conferenza stampa ha visto il sindaco Michele D'Ambrosio fare gli onori di casa, presentando il suo consigliere Michele Emiliano. La nomina, come detto nei giorni scorsi, è nata sulla scorta dell'esperienza di Emiliano in vertenze simili a quella di Natuzzi. Come sindaco, ha dato il suo contributo nello sblocco delle vertenze OM e Bridgestone a Bari. La sua figura è richiesta per le criticità nel distretto murgiano dove, con un accordo che stanzia circa 100 milioni di Euro, mancano gli imprenditori disposti a investire, con il rischio di lasciare circa 1700 operai senza il posto di lavoro a partire dal prossimo ottobre. Nel suo intervento, l'ex pm ha voluto ringraziare Massimo D'Alema e Loredana Capone per l'impegno profuso nel sbloccare un accordi fermo da 8 anni. Emiliano dovrà cooperare con i Sindaci facenti parti del distretto del mobile imbottito. Quindi non solo Santeramo, ma anche Matera, Laterza, Ginosa e tutti gli altri inglobati nel sistema. La presenza di Emiliano dovrebbe, ma questo lo diranno solo i risultati, portare investitori nel territorio e dovrebbe far aprire le porte giuste a Roma, come detto dal sindaco D'Ambrosio. Il consigliere particolare non è una figura nuova nelle mministrazioni. Antonio De Caro, per esempio, attuale sindaco di Bari, fu consiglieredi Emiliano per la mobilità pubblica. E di esempi se ne potrebbero fare altri. 

Come segretario regionale del PD, Emiliano ha seguito tutta l'intera vicenda. Cambia adesso il punto di vista. Da sindaco di una grande città ad assessore a consigliere ci sono molte differenze e adesso nota e capisce le difficoltà che un amministratore di un piccolo comune deve affrontare quotidianamente. 

Dato che i tempi sono serrati, la macchina si è messa subito a lavoro, convocando per lunedì 7 luglio alle 18.00 a Palazzo Marchesale una riunione con maestranze e sindacati Natuzzi. A tale incontro, oltre ai citati D'Ambrosio ed Emiliano, parteciperanno l'assessore alle AA.PP Gianni Sportelli e Leo Caroli, assessore regionale al Lavoro. Si tornerà a parlare dell'accordo, potenzialmente funzionale e utile per conservare le maestranze. Successivamente Emiliano si è soffermato a fare una breve analisi della crisi. A suo avviso, è mancata la diversificazione nella produzione industriale. 

Il sindaco ha risposto alle domande postegli dai cronisti presenti. Non considera Emiliano come un top player, ma come la migliore opzione sul mercato e ha invitato l'opposizione ad esultare quando si raggiungono gli obiettivi posti. Uno fra questi, era riportare l'attenzione sull'accordo di programma, favorendo al contempo una politica di ampio respiro. 

A propostito di politica, il sindaco del comune murgiano crede che la presenza di Emiliano possa risolvere e facilitare tanti aspetti della res amministrativa, compresi i raporti diffiicli tra le forze di maggioranza. Come detto, a giorni dovrebbe arrivare la nomina di due nuovi assessori. Di uno si sa già il nome, dell'altro se ne fanno tanti, ma al momento non c'è nessuna conferma. Di sicuro, ci saranno altri consiglieri incaricati. Uno di loro si occuperà del benessere ambientale e dovrà verificare lo spostamento fuori del centro abitato delle antenne. Per quanto riguarda la centrale a biomasse, si dovrebbe tornare al TAR per chiudere definitivamente la questione.

A fine conferenza, abbiamo chiesto ad Emiliano affinità e differenze tra la crisi Natuzzi e quelle da lui vissute alla OM e alla Bridgestone. La risposta è che tutte nascono dalla crisi, ma si muovono seguendo finalità diverse. La Bridgestone Bari avrebbe chiuso per decisione aziendale. La OM per delocalizzazione, mentre a Natuzzi il problema è il costo della produzione. La soluzione è mediare ed evitare che migliaia di famiglie rimangano senza reddito.

Secondo Emiliano, l'accordo è migliorabile e va fatto il prima possibile. Per questo sarà presente a Santeramo lunedì 7 luglio per la conferenza a Palazzo Marchesale. 

 

Commenti  

 
#3 labarile 2014-07-06 17:28
se il Sig. Sindaco ha nominato consigliere incaricato per l'accordo di programma il Dott. Emiliano ex sindaco di Bari... siamo alla frutta... Non vi rendete conto che abbiamo a santeramo gente di alto spessore professionale ed istituzionale...
 
 
#2 Putignano 2014-07-05 08:17
Forza Michè!
 
 
#1 daniela 2014-07-04 17:59
O G G I E' U F F I C I A L M E N T E M O R T A S A N T E R A M O !!! R.I.P.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI