Martedì 23 Luglio 2019
   
Text Size

La città può attendere. I nostri amministratori no

iosud

Riceviamo e pubblichiamo

 

Certo si è dovuto attingere al fondo di riserva del Comune, ma come si fa ad accontentare tutti ? I poveri sono tanti e mica puoi soddisfarli tutti, non ci sono i soldi per il servizio di scuolabus dei bambini di campagna, le luminarie natalizie neanche a parlarne, alle strade piene di buche nessuno ormai fa più caso e quanto agli altri servizi comunali meglio stendere un velo pietoso.
Però, come lasciare senza compenso le famiglie dei nostri poveri assessori e del nostro caro (nel senso di costoso) sindaco ? E poi sono soldi strameritati; prendi il Sindaco: avete mai visto uno più prodigo di lui nell’elargire pacche sulle spalle e sorrisi? Se solo li potessimo trasformare in euro saremmo tutti ricchi.

Ma di procedere al recupero degli importi conseguenti alla condanna di 500 mila euro subita dal Comune a seguito dell’appalto della c.d. “ Fogna Bianca” neanche a parlarne.


E il Vicesindaco, Assessore ai Lavori Pubblici, Vincenzo Casone. Nessuno ha ancora capito a cosa serva. Le strade cittadine sono piene di buche e, se piove, si creano piscine e laghi aperti al pubblico, come in Via Pietro Sette.


E l’assessore Sportelli? Ehi ragazzi qui si asfalta e si mettono marciapiedi e segnali stradali a gogo. Si dà perfino una mano di bianco al muro del vecchio campo sportivo! Peccato che le strade scelte siano sempre deserte e nessuno ha ancora capito a che serve lo scempio fatto con quei marciapiedi e il perché di tutti quei segnali inutili installati nella zona del vecchio campo sportivo. Ed iniziative a favore del commercio, dell’impresa e dell’agricoltura locale ? Nulla di nulla.


E l’assessore all’ambiente Cardascia ? Ha cominciato la sua carriera di assessore togliendo le erbacce alla villa e poi grazie anche alla sua infaticabile attività il Comune di Santeramo è precipitato al 9% nella raccolta differenziata meritandosi la maglia nera del comune più sporco della Regione. Come premio tutte le famiglie santermani riceveranno quest’anno un aumento consistente della tassa sulla raccolta dei rifiuti. E visti i risultati, volgiamo negargli un sacrosanto compenso ? E poi, si sa, pecunia non olet.
E la Tina Dimartino, assessora alla cultura, che è letteralmente sparita dal nostro comune ?


E l’Assessore all’Urbanistica e all’edilizia privata con delega al randagismo, Francesco Natuzzi ? Unica delibera presentata: spostamento dei cani randagi dal canile abusivo su Via Matera al bene comunale in Contrada Chiancaro. Dopo un anno, rimane ancora inattuata.


Dulcis in fundo il presidente del Consiglio comunale stipendiato lautamente da noi cittadini con le nostre tasse per convocare tre/quattro volte all’anno il Consiglio comunale: roba da fare impallidire e morire stecchiti tutti gli altri disoccupati.


Questa casta nostrana si scandalizzò, espresse il massimo sdegno e fece le barricate quando in Consiglio comunale l’opposizione propose di devolvere tutte le indennità di consiglieri - amministratori a favore dei cittadini più bisognosi, ed in particolare in favore dei bambini che risiedono nelle nostre campagne per evitare di fare pagare loro il costoso servizio di scuolabus.


Salvo poi, con delibera di Consiglio Comunale del 30 dicembre scorso, prelevare circa 19.000,00 euro dal fondo di riserva per pagarsi le indennità e prelevarne solo 12.200,00 da destinare alle persone bisognose.


Abbiamo constatato, amaramente, che la principale preoccupazione del Sindaco D’Ambrosio è stata l’aumento degli stipendi (pardon, indennità di funzione) dei componenti la Giunta, approvato in data 25 giugno 2012, nonché garantirsi la pecunia.


Non vi è stata neanche la diminuizione del 10% delle indennità, cosa che molte Amministrazioni hanno fatto, nascondendosi dietro un cavillo burocratico.


Tutto ciò infischiandosene dei veri problemi della nostra città e tutelando solo ed esclusivamente gli interessi della mini casta locale.

 

 

 

 

 

 

 

 

Commenti  

 
#2 divanoscomodo 2014-01-25 22:13
E' finito il letargo dopo 20 mesi. I consiglieri dei tre partiti firmatari del comunicato sono parte integrante della mini casta locale. Ricevono le indennita' previste dalla legge e concorrono al funzionamento della macchina amministrativa. I giudici supremi sono i cittadini che vedono e provvedono....
 
 
#1 aahh seee 2014-01-23 23:25
Allora esiste l'opposizione a Santeramo! Era ora! Pensavamo che certe cose le pensassimo solo noi cittadini. Però dopo mesi di silenzio avete messo troppa carne al fuoco ora. Non sparite più e fate il vostro lavoro ogni giorno. Un argomento alla volta. W la democrazia
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI