Lunedì 09 Dicembre 2019
   
Text Size

LA PRO LOCO RISPONDE SUI CONCERTI NATALIZI

comune 1 

Riceviamo e pubblichiamo

 

Nel merito e in risposta ad alcune voci circolate l'indomani del "Concerto di Natale" e "Gran Concerto di Capodanno".

 

1. Il Concerto di Natale e il Gran Concerto di Capodanno sono per natura organizzativa completamente diversi.

 

2. Il Concerto di Natale, 26 dicembre 2013, è organizzato dalla Pro Loco grazie a un buon numero di Sponsor.  

 

3. Il Gran Concerto di Capodanno, 1 gennaio 2014, è organizzato dall'Amministrazione Comunale, con la collaborazione della Pro Loco relativamente alla risoluzione di alcune problematiche organizzative.

 

4. Gli inviti per il Concerto di Natale sono stati dati agli Sponsor, ai soci, e a quelle persone che a qualsiasi titolo durante l'anno hanno collaborato con la Pro Loco; all'Amministrazione comunale sono stati consegnati n.26 inviti.

 

5. Gli inviti per il Gran Concerto di Capodanno sono stati distribuiti dall'Amministrazione Comunale. Alla Pro Loco sono stati consegnati n.22 inviti (si leggano le dichiarazioni del Sindaco sulla sua pagina Facebook), di cui n.16 dati, su indicazione dell'Amministrazione, agli sponsor del Gran Concerto di Capodanno. Non sono quindi vere le voci che affermano che la Pro Loco aveva il compito di gestire e distribuire gli inviti.

 

6. Perché non l'entrata libera ma solo su invito?

La minima capienza del teatro, max 300 posti (ricordo che il Palasport è inagibile), impedisce per norme di sicurezza e di ordine pubblico di far ammassare persone davanti all'ingresso e farli entrare fino ad esaurimento posti.

Essendo finanziato esclusivamente da sponsor, che ringraziamo per la disponibilità e la continuità che ci ha consentito di arrivare al 26° Concerto di Natale, è evidente che a loro vanno riconosciuti gli inviti di cui hanno bisogno (che sono comunque per cittadini santermani). Il resto degli inviti viene consegnato ai soci e a quei collaboratori (associazioni o singoli) che a qualsiasi titolo hanno fornito una collaborazione alla Pro Loco durante l'anno (punto 4).

 

7. Perché non lo facciamo a pagamento e diamo il ricavato in beneficenza? (in risposta a un post su Facebook)

Visto il numero di presenti nelle altre serate a teatro, per assistere a uno spettacolo di un certo livello amaramente devo dire che il costo del biglietto sarebbe più di 20€. Quanti verrebbero? E se poi dobbiamo pagare gli artisti, cosa rimarrebbe da dare in beneficenza?  

 

8. Quanti contributi pubblici riceve la Pro Loco? (in risposta a un post su Facebook)

Dacché sono presidente, abbiamo un contributo annuo di 1000€ (dico mille), per tutte le attività e non per il concerto. Con questi dobbiamo organizzare e gestire:

  • Le Bancarelle Brille, due giornate, con mercatino, prodotti enogastronomici e animazione musicale. Se non ci fossero gli sponsor, le mille euro servirebbero solo per pagare gruppi musicali e SIAE. I soli permessi del Comune e del Sanitario costano più di 50€. Naturalmente dobbiamo fare manifesti e locandine.   
  • Allestimento Rassegna Presepi, dentro Palazzo Marchesale. L'allestimento richiede spese per stoffe e varie;  
  • Concerto di Natale (lo nomino solo per la SIAE e i manifesti); 
  • Re Magi e discesa della Befana (confezione vestiti dei Magi, carretto con pony per la Befana e distribuzione di cioccolate e caramelle per i bambini);
  • Giornata Nazionale del Dialetto locale (nel ricordo di alcuni poeti scomparsi e nella promozione di nuovi talenti);  
  • Cavalcata storica di San Erasmo (Vestiti confezionati e curati dalla Pro Loco). 

Naturalmente dobbiamo pagare l’affitto per la sede, Tarsu, Enel e Assicurazione.

Telefonate e auto per l’organizzazione e la gestione di tutto le mettiamo noi volontari senza prendere un centesimo. E ringrazio i membri del Consiglio Direttivo e tutti i collaboratori per la loro disponibilità: senza di loro nessuna delle precedenti manifestazioni sarebbe possibile.

 

Messaggio per tutti.  

Ci fa piacere che il Concerto di Natale sia ormai entrato nel cuore dei santermani ma la partecipazione alle attività della nostra comunità non consiste nel voler andare solo al Concerto di Natale; consiste soprattutto nel venire in Pro Loco a iscriversi (costa solo 12 €/anno) e soprattutto a collaborare con noi per rendere questo paese più ricco di attività e manifestazioni.

Auguri per un sereno anno 2014.  

Il Presidente Pro Loco

prof. Onofrio Arpino

 

Commenti  

 
#3 luca 2014-01-11 10:43
credo che la pro loco non abbia alcuna colpa nella, secondo me, cattiva, o meglio approssimativa, organizzazione del concerto (vi assicuro che non sono di parte). Probabilmente il teatro saltimbanco è troppo piccolo per ospitare eventi che, a parte il livello artistico, prevedono la partecipazione di artisti santermani con il logico seguito di amici e conoscenti. 300 posti forse bastano appena per le autorità e le rispettive famiglie. Riguardo al biglietto, sappiamo che su ogni tagliando venduto le tasse riguardanti siae e tutto il resto, sono talmente alte che non contribuirebbero a saldare le sole spese tecniche del teatro, senza scordarci che su 300 posti liberi, almeno 50 vanno assegnati a politici e autorità NON PAGANTI. Inoltre, con molta franchezza, credo che 10 euro siano un pò troppi per uno spettacolo con un programma che ormai siamo abituati a sentire da troppo tempo, e, scusate se mi permetto, chiaramente "impacchettato" per l'occasione, senza nulla togliere ai protagonisti, consideriamo che i prezzi per un opera partono da 12/15 euro. Mi permetto, quindi, di avanzare una possibile alternativa: l'utilizzo della chiesa matrice, che oltre ad ospitare più gente darebbe la possibilità tramite maxischermi, di utilizzare anche lo spazio esterno. Evito di citare alcuni grandi concerti all'interno del palazzetto dello sport, che oltre a valorizzare artisti locali, vantavano ospiti di livello nazionale o internazionale, e che richiamavano gente dai paesi limitrofi...rischierei di cadere nella retorica o nello sconforto.
 
 
#2 alma 2014-01-10 00:41
a proposito degli abiti per la cavalcata non svoltasi nel 2013,ma mica gli abiti si rifanno ogni anno!!?!?!e poi sono veramente deludenti!si è visto nelle altre stagioni perfino una ragazza vestita con un gran foulard....ma scherziamoooooo!!!!
 
 
#1 diogene 2014-01-09 16:23
sinceramente il punto n.7 è abbastanza incomprensibile. Gli sponsor coprirebbero le spese come avviene adesso e l'eventuale incasso andrebbe in beneficenza, quindi stabilite il contributo in una modica cifra 5, 10 euro e il teatro si riempie. Si assite agli spettacoli perchè piacciono non perchè gratis. I teatri si riempiono con spettacoli di livello come il vostro, il costo diventa relativo, non è difficile trovare 300 spettatori disposti a pagare per opere meritevoli, se il teatro è vuoto è colpa di spettacoli mediocri.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI