Giovedì 05 Dicembre 2019
   
Text Size

Per due settimane Santeramo “capoluogo” della Murgia

56390489 1942168115906673_6608549986604941312_n

 

Per due settimane Santeramo “capoluogo” della Murgia Con l’evento Saporibus Murgia Dal 14 al 27 Aprile, per due settimane, la Città e le associazioni di Santeramo in Colle saranno protagoniste della valorizzazione del territorio e della cultura della Murgia grazie all’evento “Saporibus Murgia” che torna per la seconda edizione.

La manifestazione è stata presentata ieri 6 Aprile in una conferenza stampa presso la sala “Camasta” del GAL Terre di Murgia in Piazza Resistenza ad Altamura. Per illustrare il programma e gli obiettivi sono intervenuti il Presidente dell’Associazione “Paese Mio” Domenico Digregorio, la rappresentante del direttivo dell’Associazione Maria Salesiano, il rappresentante del Gruppo Presepisti di Santeramo Lorenzo Stano e Michaela Ciocia dell’Associazione “Archeoesplora”. “Saporibus Murgia” è un evento organizzato dalle associazioni culturali e di promozione del territorio “La Murgia nel Mediterraneo” e “Paese Mio”, in collaborazione con FenImprese Santeramo, con il patrocinio del Comune di Santeramo, del Comune di Matera e del GAL Terre di Murgia.

La manifestazione si svilupperà in due location distinte: Palazzo Marchesale, nel centro di Santeramo, ed in una struttura storica e importante per il territorio e cioè lo Stabilimento De Laurentis. La struttura, un tempo stabilimento vinicolo, darà una certa rilevanza per la manifestazione e sarà impreziosita dalla presenza di importanti opere artistiche quali il “Lithos di Puglia”, uno strumento musicale unico al mondo fatto di pietre della Murgia e realizzato dal Maestro Divittorio, e di opere di artisti locali, di sculture e attrezzature della civiltà contadina.

Il programma inizia il 14 Aprile: alle ore 9:00 benedizione delle Palme presso il “De Laurentis” e alle ore 10.30 inaugurazione di Saporibus Murgia: taglio del nastro nel Palazzo Marchesale e presso lo Stabilimento De Laurentis. Dal 15 al 25 Aprile Santeramo ospiterà al Palazzo Marchesale una mostra di quadri, sculture, prodotti artistici, presepi e attrezzature della storia della civiltà contadina santermana. Il 15 ed il 16 Aprile, dalle ore 10:00 alle ore 21:00, si terrà la “Giornata Mondiale dell’arte” presso lo Stabilimento De Laurentis e qui dal 18 al 25 Aprile si terrà pure la “ Settimana della terra” in concomitanza con la “Giornata Mondiale della Terra”. Il 18 Aprile dalle ore 18:00 alle ore 20:00 presso il Palazzo Marchesale è prevista la Sagra della scarcella e dei dolci tipici Pasquali mentre il 19 Aprile si terrà un convegno su prodotti tipici locali. Lunedì 22 Aprile presso lo Stabilimento De Laurentis sarà una “Pasquetta con Paese Mio”, giornata ricreativa basata sulla conoscenza del territorio con interventi di esperti e storici, passeggiate a cavallo e ristoro libero e si ripeterà l’esperienza anche il 24. Il 23 Aprile dalle ore 09:00 alle ore 20:00, sempre al De Laurentis, per la “ Giornata Mondiale del libro e del diritto d’autore”, saranno ospitati i tanti scrittori del territorio che potranno presentare i propri libri. Il 25 dalle ore 17:00 alle ore 20:00 si terrà il “ Concerto Paese Mio” in cui il Maestro Divittorio suonerà il “Lithos di Puglia” accompagnato dal soprano Nadia Divittorio. Sempre il 25 Aprile è in programma la rappresentazione della Passione di Cristo nel centro storico di Santeramo con percorso guidato. Venerdì 26 si terrà un altro convegno sui prodotti tipici locali. Infine sabato 27 Aprile dalle ore 18:00 alle ore 20:00 presso il Palazzo Marchesale ci sarà la grande conclusione con una degustazione di bontà del territorio.

Alla conferenza hanno partecipato anche i rappresentanti della famiglia Martimucci (proprietaria dello Stabilimento insieme a Lanzone), Carlo Moramarco per l’associazionismo altamurano e murgiano, il Presidente provinciale di Fenimprese Paolo Scicutella.

MARIA GIOVANNA LABRUNA


56242801 1942167875906697_1722673200166338560_n

56255639 1942168289239989_1900332619694866432_n

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI