Martedì 20 Agosto 2019
   
Text Size

“Salvini non mollare”, anche a Santeramo la Lega lancia una raccolta firme

MATTEO-SALVINI

 

La locale sezione politica “Lega Salvini Premier” sarà presente oggi 2 e domenica 3 febbraio, dalle 10:00 alle 12:00 e dalle 17:00 alle 19:00, presso la nuova sede (sita in Corso Roma 45) per una raccolta firme a sostegno del Ministro dell’Interno Matteo Salvini. 

La petizione “Salvini non mollare” vedrà impegnati sostenitori, militanti, simpatizzanti e cittadini in tutte le principali piazze italiane. Tra queste, ovviamente, anche in quella di Santeramo, roccaforte leghista in Puglia che da tempi ormai noti e remoti sostiene Matteo Salvini e la sua idea di Italia.
Il Ministro dell’Interno rischia infatti l’indagine per sequestro di persona aggravata per non aver autorizzato lo sbarco da una nave della Guardia Costiera- la “Diciotti” – di 117 migranti, seguendo semplicemente la linea politica del governo e garantendo la sicurezza pubblica del Paese.
«Il Capitano – scrive in una nota congiunta il coordinatore cittadino della Lega, Fabio Bagnulo, e il presidente regionale della Lega Puglia, Giovanni Riviello - ha agito nell’interesse della Nazione e degli Italiani che, grazie al voto del 4 marzo, gli hanno affidato anche la difesa dei nostri confini e la difficile gestione dei flussi migratori. La Lega intende esprimere piena ed assoluta solidarietà e sostegno alle politiche del ministro dell’Interno Matteo Salvini, che rischia da tre a quindici anni di carcere per aver svolto il suo legittimo dovere difendendo i confini italiani».
«È estremamente importante ognuna delle firme dei nostri concittadini e contiamo sulla partecipazione di tutta la cittadinanza per supportarci in questa grande battaglia di democrazia. Ti aspettiamo insieme a tutti i tuoi amici, parenti e conoscenti. Combattiamo con la nostra firma questa ingiustizia» - commenta la sezione Lega Salvini Premier di Santeramo in Colle.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI