Martedì 18 Dicembre 2018
   
Text Size

Gli infopoint puntano su servizi innovativi

d39d7a6ee6265a80d4c1a57a470a4e9cfbef8168 320x150_Q75

Loredana Capone: “Un grande impegno che ha portato in un anno gli infopoint adeguati agli standard di qualità da 25 a 83”Erano solo 25 nel 2016 gli info-point turistici dotati di standard di qualità in Puglia.

Oggi, a distanza di un anno dall’entrata in vigore delle nuove Linee Guida regionali (approvate con D.G.R. n. 876/2017), sono ben 83 quelli dotati di immagine coordinata e rispondenti a standard di qualità e di funzionamento. Una rete regionale distribuita su tutto il territorio pugliese, gestita dai Comuni, che punta decisamente sull’immagine coordinata e su servizi innovativi ed è espressione della volontà di cooperazione fra enti pubblici nell’accoglienza turistica.

Gli interventi di potenziamento messi in campo dalla Regione nel 2017, per un valore di 1 milione e 572 mila euro, hanno dato i loro frutti, coinvolgendo gli enti che compongono la governance dell’accoglienza turistica: la Regione Puglia, attraverso Pugliapromozione, i Comuni, l’Autorità di Sistema portuale del Mar Adriatico meridionale, Aeroporti di Puglia spa. E nei primi sei mesi del 2018 sono state già avviate  ulteriori azioni di potenziamento  con lo stanziamento di un altro milione  477 mila  900 euro.

“Un grande risultato per questa stagione estiva appena partita che conferma il raggiungimento degli obiettivi prefissati dal Piano Strategico in merito all’accoglienza: il miglioramento dei livelli dei servizi offerti ai turisti e ai cittadini, il consolidamento dell’immagine unitaria, la partecipazione attiva degli enti che compongono la governance regionale dell’accoglienza turistica – commenta l’Assessore all’Industria Turistica e Culturale, Loredana Capone -  A trarne vantaggio soprattutto i piccoli borghi della Puglia, da Nord a Sud, nelle principali località turistiche, ma anche nelle realtà minori, potenzialmente interessanti sotto il profilo turistico. E ancora i luoghi nevralgici per l’affluenza di turisti, come gli aeroporti ed i porti di Bari e Brindisi.

Ma non ci fermiamo qui! A breve saranno coinvolti tutti gli Info-point in incontri di formazione rivolti al personale con l’obiettivo di accrescere ulteriormente il senso di appartenenza alla Rete regionale, puntando l’attenzione sui bisogni dell’utente e facendo del fattore umano l’elemento centrale di ogni azione di accoglienza turistica”.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI