Domenica 22 Aprile 2018
   
Text Size

L’udienza dal Papa per ATSM “Speranza”un sogno realizzato

Benedizione+

Gruppo 2 

Una grande emozione e tanta gioia nei cuori dei soci e dei familiari dell'associazione ATSM "Speranza" di Santeramo, uniti dalla fede e dalla voglia di aggregazione, il 10 e l’11 aprile hanno realizzato un sogno dopo due anni di programmazione, sono stati accolti dal Santo Padre.

Come anticipato in un precendete articolo ce ne parla Raffaele Bongallino.

Cosa ha significato per voi questo viaggio?

“I ragazzi dichiarano unanimemente di aver vissuto un’esperienza indimenticabile che serberanno nel loro cuore per sempre”- afferma Bongallino. “E’ stato interessante e formativo il tema trattato dal Santo Padre nella sua catechesi: il valore, per i cristiani, del primo sacramento, il battesimo. Il tono confidenziale e colloquiale che ha fatto seguito alla catechesi è piaciuto al gruppo di ATSM “Speranza” apparentemente confuso tra gli oltre ventimila fedeli raccolti in piazza S. Pietro”.

Come hanno reagito e risposto i santermani?

Bongallino: “I santermani hanno risposto a viva voce e con entusiasmo alle sollecitazioni del Papa che invitava a considerare il giorno del battesimo come una seconda rinascita in Cristo e come un giorno da festeggiare ogni anno come i compleanni. La partecipazione diretta a eventi come l’udienza del mercoledì è ben altra cosa rispetto a quella narrata dai mass-media”- hanno dichiarato i componenti del gruppo.

Come sono trascorse le vostre due giornate?

Bongallino: “Il pomeriggio precedente gli stessi si sono immersi tra la marea di turisti e studenti che gremivano la zona storica di Roma dal Colosseo, ai fori imperiali, all’altare della patria.

Un’ottima guida turistica ha aiutato a conoscere questa parte di Roma. Nei momenti conviviali e nelle ore di viaggio in pullman non si sono sprecati parole e messaggi di soddisfazione, espressioni spontanee di forti sentimenti e sensazioni, condivisioni di foto, ringraziamenti sinceri per gli organizzatori di due giornate che lasceranno un segno nella vita dei partecipanti”.

Casa vi augurate da questa esperienza?

La divulgazione di questa esperienza tramite i mass-media ( compresi Fb e WatsApp) si auspica che consenta a tanti di avvicinarsi con serenità ai disagiati psichici, di liberarsi dai pregiudizi diffusi nei riguardi del disagio psichico, di ridurre lo stigma, di creare una società più disposta all’accoglienza e alla solidarietà.

In un programmato incontro pubblico presso i locali di “Piazza grande” a breve verranno presentate e commentate le foto di questa esperienza e si raccoglieranno le testimonianze dei partecipanti.

Testimonianze

Mino:” Per me ritornare a Roma dopo tanti anni è stato molto, ma molto bello soprattutto perché andavamo dal Papa. Con il passare dei giorni l’attesa era molto intensa da parte di tutti. E’ stata un’esperienza fantastica. Spero che si ripeta”.

Maria: “Non ero mai stata a Roma. Mi sono piaciuti i palazzi, il Colosseo, piazza s. Pietro.

Emozionante il momento in cui il Papa è passato vicino al nostro gruppo benedicendo tutti noi".

Partecipanti

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI